La UIL Scuola Molise comunica un primo riconoscimento in favore dei precari nella scuola

929

Un gruppo di oltre trenta insegnanti e personale ATA, impegnati da anni nella scuola con una serie di contratti a tempo determinato susseguitisi negli anni, patrocinati dagli Avvocati Nicola Criscuoli, Roberto Di Iorio e Luca Marcari, si è visto riconoscere dal Giudice del Lavoro del Tribunale di Larino il diritto ad ottenere un risarcimento dei danni per l’illegittimo ricorso al contratto a termine, oltre alle somme dovute a titolo di progressione economica stipendiale, interessi e rivalutazione.Una vittoria tanto attesa dalla UIL Scuola Molise che dal 2005, grazie anche ai tanti studi legali convenzionati, ha supportato GRATUITAMENTE i propri iscritti (nessun iscritto ha pagato un euro) in tutto l’iter del contenzioso (conciliazioni, arbitrati, sentenze di primo grado come queste, ecc.) nel chiedere fermamente il riconoscimento dei diritti dei lavoratori precari della scuola. Finalmente abbiamo visto trionfare anche nel Molise un principio già riconosciuto sia nelle altre regioni, sia dalla Corte di Giustizia Europea, grazie al costante impegno della UIL Scuola Molise e alla “testardaggine” ed alla tenacia dell’ex Segretario Ferdinando Mancini che ha lavorato sodo, nonostante nei primi due anni siamo stati osteggiati da tutti essendo l’unico sindacato che all’epoca aveva iniziato questo contenzioso e creduto nella giustezza di esso. A giorni dovremmo avere altre sentenze sia presso il Tribunale di Isernia, patrocinate dallo stesso studio legale Nicola Criscuoli e Antonella Silvestre, sia presso il tribunale di Campobasso con gli stessi studi legali a cui si era aggiunto anche lo studio Domenico De Angelis. Entrambi i Giudici, D’Agnone e Colucci, hanno fissato in giorni sessanta il termine per il deposito della motivazione.

Commenti Facebook