La popolazione del Basso Molise rimane senza acqua da giorni e’ il fallimento della politica

180

E’ la solita canzone ”Per problemi tecnici la societa’ Molise Acque ha interrotto il flusso idrico”.Cosi ‘ i sindaci di alcuni paesi del Basso Molise comunicano ai cittadini , e quindi ? Oltre la protezione civile che cerca di dispensare litri d’acqua nel suo limite nessuno ci spiega di chi sono le responsabilita’ , ricordiamo che succede spesso che la societa’ dirama una nota cosi’ e ”se ne lava le mani”.

Chi e’ Molise acque? Per l’Inps è un’azienda, per la regione è una partecipata,  infatti lo dimostra che il governo regionale ha sempre  dimostrato molta attenzione sulla scelta del Consiglio di amministrazione, quindi e’ un ente pubblico o gestisce un privato? La risposta la troviamo sugli effetti disastrosi gestionali a spese della popolazione , qui il problema e’ prettamente politico -A che punto e’ la condotta dell’acquedotto centrale, la famosa acqua del Matese che doveva arrivare in Basso Molise ?

Solo 1 anno fa il presidente della Regione dopo anni di tribolazioni e milioni di euro di lavori annunciava il completamento degli stessi e l’allaccio effettivo in breve  tempo , intanto da piu’ giorni alcuni paesi del Molise in particolare Portocannone , Ururi e San Martino in Pensilis sono completamente a secco , situazione vergognosa e di basso profilo morale da parte di chi dovrebbe garantire un diritto primario che e’ l’acqua , la situazione persiste e il danno per le famiglie , aziende e attivita’ e’ sempre piu’ pesante .

Chiediamo un’intervento immediato da parte delle istituzioni preposte prima di dichiarare ufficialmente una grossa protesta popolare .

 SOA SINDACATO OPERAI AUTORGANIZZATI Andrea Di Paolo

Commenti Facebook