La minoranza attacca la giunta Frattura: Perché viene impedita la ripresa economica del Molise?

287

fusco e cavaliere"In Molise ormai si riesce a fare di tutto. Parafrasando il chimico ed economista Antoine Lavoisier, nella nostra regione, grazie ad una magica alchimia, si è riusciti a sovvertire anche uno dei più importanti principi della fisica. Il postulato di Lavoisier (che fa riferimento alla 'legge di conservazione della massa' – e noi qui, permetteteci di farlo, per massa intendiamo i cittadini!) recita testualmente 'Nulla si crea, nulla si distrugge'.

Ebbene, come poc'anzi anticipato, parafrasandola, in Molise tale legge è cambiata in 'Nulla si crea, tutto si distrugge'. Del resto la situazione è palese ed è sotto gli occhi di tutti: azzeramento, rimpasto e altre vicende. Questo il liet motiv che ormai ricorre tutti i giorni. Ma di tutto ciò poco importa. Soprattutto ai cittadini. Piuttosto ciò che sta accadendo preoccupa la popolazione molisana".
A parlare i rappresentanti della minoranza in consiglio regionale, Angela Fusco Perrella e Nicola Cavaliere, i quali si rivolgono alla giunta Frattura chiedendo di attivare progetti già esistenti, elaborati dalla precedente legislatura, che potrebbero permettere una ripresa dell'economia molisana.
"L'incertezza palpabile che regna sovrana da un anno a questa parte – dicono i consiglieri - danneggia di certo non la classe politica ma il cittadino. I molisani, lo diciamo da tempo e lo ribadiremo fino allo sfinimento, dall'attuale Giunta vogliono risposte, progetti concreti per una ripartenza seria e programmata, interventi risolutivi e non palliativi (in un anno l'indotto industriale è stato annientato, in cambio di ammortizzatori sociali a iosa!); gli argomenti attuali della Giunta Frattura davvero hanno poco a che vedere con la vita e con le problematiche di tutti i giorni. I progetti, lo ripetiamo, ci sono. Sono validi. E sono stati elaborati, sviluppati dalla precedente legislatura. Ma, come ormai è consuetudine, nulla si muove.
Per questo abbiamo presentato una mozione urgente al Presidente della Giunta Regionale del Molise Paolo di Laura Frattura. L'argomento è relativo alla realizzazione di interventi per favorire l'attrattività del territorio regionale e la valorizzazione del patrimonio storico-culturale.
Per le aree urbane e per le aree interne svantaggiate – continua la nota - il POR prevede l'attivazione della Progettazione Integrata Territoriale; con Deliberazione di Giunta Regionale n. 370 del 04 giugno 2012 è stato approvato l'accordo di programma in relazione al progetto "Arte e Natura in Molise – Itinerari da scoprire", la cui scheda progettuale è stata approvata con precedente deliberazione n. 302 del 21 aprile 2011, e che l'importo complessivo del suddetto accordo, a seguito dell'accantonamento del Ministero dell'Economia, è pari a €.1.440.810,03, di cui €.1.290.793,15 a carico dello Stato e €.150.016,88 a carico della Regione/altri soggetti ed ha durata triennale con decorrenza dal 01.01.2013 al 31.12.2015; con Deliberazione di Giunta Regionale n. 432 del 09 luglio 2012 è stato approvato lo schema di convenzione tra la Regione Molise e la società Arcus S.p.A., la quale concede un finanziamento di €.600.000,00 per la realizzazione del progetto "Molise tra storia e paesaggio"; infine, con Deliberazione di Giunta Regionale n. 457 del 09 luglio 2012 all'interno del pacchetto di iniziative in tema di occupazione e di infrastrutture (varato per un totale di 17 milioni e 649 mila euro) è stato previsto un finanziamento di 4 milioni e 500 mila euro rivolto alla realizzazione di opere di miglioramento e fruizione delle aree archeologiche del Molise (e successivamente con Deliberazione di Giunta Regionale n. 67 del 25 gennaio 2013 "Interventi di tutela e valorizzazione dei siti archeologici e del patrimonio storico-artistico del Molise - Piano di Azione e Coesione, Aree di attrazione culturale - sono stati approvati diversi progetti).  

Per quel che riguarda la Progettazione Integrata Territoriale il precedente Governo regionale ha sottoscritto diversi accordi di programma e indirizzi risorse FESR e FSC. In data 29 gennaio 2014 a Roma – si legge ancora - si è tenuto un tavolo di concertazione, alla presenza del Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Molise e della Regione, che ha sbloccato i fondi di €.4.500.000,00 per la gli interventi di valorizzazione dei siti archeologici di cui sopra, accogliendo le proposte di variazione della Regione Molise. Per questo – concludono i consiglieri – chiediamo al Governatore Frattura di verificare e garantire la corretta attuazione dei programmi territoriali integrati nei modi e nei termini con cui erano stati presentati e approvati, così da garantirne l'efficacia; di riferire, relativamente agli interventi di valorizzazione dei siti archeologici e del patrimonio storico-artistico del Molise, le nuove somme di finanziamento destinate ai singoli comuni e indicare i termini di attuazione degli interventi; di attivare nel suo complesso il progetto 'Arte e Natura in Molise – Itinerari da scoprire', anche alla luce delle intervenute D.G.R. nn. 384/2013 e 445/2013".

Commenti

commenti