Il tecnico Toni Oriente e l’atleta Cristiano Hantjoglu convocati in Ucraina

514

cristianonuotoIl più bel regalo che questo Natale potesse portare con sé, la meritata ricompensa dopo anni di serio lavoro e dedizione quotidiana. La Hidro Sport festeggia oggi i suoi “campioni”: l’atleta Cristiano Hantjoglu e il suo allenatore Toni Oriente, convocati entrambi con la Nazionale Giovanile di nuoto, prenderanno parte alla competizione internazionale “Project Energy Standard Championship 2013”, che si terrà dal 20-22 dicembre a Dnipropetrov in Ucraina. Visibilmente soddisfatto, il tecnico ha così commentato: “Essere annoverato nello staff che guiderà la rappresentativa italiana in questa manifestazione è motivo di grande orgoglio per me e per la società tutta. Da allenatore, non posso che sentirmi onorato per la fiducia che il responsabile del settore giovanile, Walter Bolognani, mi ha riservato.

I rapporti intercorsi tra noi negli ultimi tempi, in occasione della partecipazione di Cristiano a diverse manifestazioni a carattere nazionale e internazionale, sono stati improntati nel segno di grande stima reciproca e credo che questa convocazione ne sia la conferma. Ho anni di esperienza alle spalle, ho fatto una dura gavetta e continuo ogni giorno ad impegnarmi per rendere onore a questo sport che amo e per trasmettere ai miei ragazzi tanta passione e i valori che questa mi ha insegnato. I loro sogni sono i miei sogni, le loro vittorie sono le mie vittorie, così come le loro difficoltà e i loro insuccessi sono per me uno stimolo ad andare avanti e migliorare. Questo da tecnico. Come Presidente, mi sento di ringraziare la società tutta per il lavoro svolto con grande professionalità e sinergia nel corso di questi anni. Questa convocazione dà lustro a ciascuno dei miei collaboratori e a tutti coloro che ci hanno creduto e sostenuto. La Hidro Sport è divenuta una realtà sportiva importante, è l’unica società natatoria molisana ad aver centrato un obiettivo tanto ragguardevole e, concedetemelo, non a caso. C’è dietro onestà, impegno, determinazione, competenza e, come ho già detto, tanta passione”.
Cristiano rappresenterà i colori nazionali in Ucraina assieme ad altri ventitré giovani talenti del nuoto italiano e sarà in competizione nelle gare dei 50 e 100 dorso e nei 50 farfalla con alcuni tra i migliori rappresentati del nuoto giovanile europeo. Un palcoscenico prestigioso, dunque, e un’occasione importante per mettersi alla prova e raccogliere i frutti di tanto lavoro. Questa nuova convocazione federale, oltre che un trampolino di lancio per la carriera natatoria dell’atleta, è anche il degno epilogo di un percorso di crescita che ormai da qualche anno non conosce battute d’arresto: già campione regionale, nel 2011 ai Campionati Nazionali Esordienti A di Rovereto Cristiano vince la sua prima medaglia a livello nazionale, l’argento nei 100 dorso (1’06.29); agli Italiani Giovanili Invernali del 2012 porta a casa il suo primo successo da atleta di “categoria”, conquistando un argento nella gara dei 100 dorso (58”21) e un bronzo in quella dei 200 (2’10.07) nella categoria Ragazzi 98; a distanza di pochi mesi, ai Campionati Giovanili Estivi, brilla come non mai nella gara dei 100 dorso, chiudendo la prova in prima posizione con uno strepitoso 59.41, record italiano della categoria; non pago, firma con un argento altrettanto straordinario i 200 dorso (2’13.40); dopo un primo “assaggio” di Nazionale, in occasione della convocazione federale per un raduno riservato a venti giovani promesse del nuoto nazionale nell’ambito del “Progetto Talenti 2020” (Rovereto, 24-27 gennaio 2013), si conferma ai Campionati Giovanili Invernali 2013, dove ottiene due medaglie d’argento nei 100 (55.27) e 200 dorso (2’01.75); queste brillanti prestazioni gli consentono di partecipare ad un altro appuntamento clou della stagione agonistica, i Campionati Italiani Assoluti, ma soprattutto gli spalancano le porte per la convocazione nella nazionale giovanile impegnata nella Coppa COMEN, importante manifestazione natatoria per categorie giovanili (San Marino, 29-30 giugno 2013), in cui Cristiano strappa all’agguerrita concorrenza un oro nei 100 dorso e nella staffetta 4×100 misti e un bronzo nei 200 dorso, che vanno ad arricchire il medagliere azzurro e contribuiscono alla vittoria dell’Italia nella classifica finale. Infine, gli ultimi Campionati Italiani Giovanili Estivi: un nuovo oro nei 100 dorso (58.04) e un importante 4° piazzamento nella gara dei 200 (2’07.49). Queste le parole di Hantjoglu al termine di una delle ultime sedute di allenamento prima della partenza per l’Ucraina, prevista per giovedì 19. “Benché ormai non sia la prima volta che indosso la divisa azzurra, sono sempre emozionato quando mi si offre questa possibilità. In Ucraina nuoterò come ho sempre fatto, con grinta e concentrazione, per dare soddisfazione a me e a tutti coloro che hanno creduto e credono nelle mie capacità. Spero di riuscire a portare a casa un buon risultato, ma soprattutto di gareggiare con onore”.

Commenti Facebook