“Il Molise fuori dai luoghi comuni”, cresce l’attesa per l’inaugurazione del padiglione all’Expo

1202

Cresce l’attesa per l’inaugurazione del Padiglione Molise. In mattinata siam riusciti a farci dare delle anteprime mentre i lavori erano ancora in corso. Un padiglione dove si parlerà del Molise e delle sue peculiarità attraverso i quattro elementi: Aria, Acqua, Terra e Fuoco, ognuno dei quali rappresenta una peculiarità della tradizione e del territorio. Fuoco: il fuoco in Molise è elemento di vitabebtrasformazione. Legate al fuoco le trazioni della Ndocciata, la corsa dei buoi, o ancora la lavorazione dell’acciaio. L’Aria: l’aria in Molise è elemento di “ingegno”religioso e musicale. Aria legata agli Ingegni di Di Zinno del Corpus Domini, il Festival Nazionale della Zampogna. Ancora il rosso dei grappoli d’uva della Tintilia, e la pietra che caratterizza il teatro antico di Pietrabbondante. Acqua: l’acqua in Molise è l’elemento di cammino e di rinascita. A questo elemento legati i simboli dei carri dei buoi di San Pardo, la festa in mare di San Basso, i tratturi, le autostrade dell’antichità. L’acqua che sgorga dalla montagna, elemento di prodotti tipici. Ed ancora i trabucchi, antichi strumenti di pesca sul mare. La Terra: la terra in Molise è viaggio nell’anima, è strumento per la vita. La terra che custodisce ad Isernia il maggiore sito paleolitico d’Europa. A saepinium dove ha vissuto l’anma pastorale del Molise.A jelsi la festa del grano dove protagoniste sono le spighe di grano. Ma senza dimenticare il tartufo, di cui la terra molisana è ricca.
Un percorso sensoriale e visivo che racchiude le peculiarità del Molise, coon una sorpresa finale, un pezzo di antiquariato ritrovato ad Ururi. (MDL)

Commenti Facebook