Il Miele e i suoi molteplici benefici per la salute

351

Il miele è un alimento prodotto dalle api, dal caratteristico sapore dolce, ma anche dalle mille proprietà benefiche. E’ conosciuto dall’antichità come “nettare degli dei”, veniva impiegato sia per la preparazione di rimedi naturali come unguenti curativi o cosmetici, sia in cucina. I suoi benefici per la salute sono tantissimi.

Formato quasi esclusivamente da zuccheri, il miele contiene un’alta concentrazione di fruttosio ed è l’unico tra gli alimenti dolci che deve le sue caratteristiche esclusivamente alla natura e non all’intervento artificiale dell’uomo. Non solo, un indiscutibile vantaggio è quello di offrire calorie subito disponibili: proprio per questo il miele è molto utilizzato dagli atleti o comunque da chi pratica sport a livello agonistico ed ha quindi bisogno di contare su una corretta fonte di energia.

Proprietà e benefici del miele
-Proprietà curative. Il miele è un ottimo alleato per la salute, per diversi motivi. Un cucchiaino alla sera, prima di andare a dormire, per esempio, rappresenta un efficace sedativo per la tosse. Impiegato invece su piccole abrasioni o lesioni della pelle, il miele può avere persino un effetto antibiotico.

-Proprietà lenitive. In caso di punture di insetti, con conseguente prurito e arrossamento, applicare il miele aiuta a lenire e ad alleviare il fastidio.

-Proprietà antiossidanti. Il miele è anche uno dei più potenti antiossidanti naturali, poiché contrasta l’attività dei radicali liberi e previene tumori e malattie cardiovascolari.

-Effetti sulla muscolatura. Il miele è consigliato agli sportivi non solo come fonte energetica, ma anche perché rafforza i muscoli e aumenta la loro capacità di resistenza.

-Per il cervello. Il miele non regala una sferzata di energia solo al corpo, ma anche alla mente: stimola infatti la concentrazione e la memoria.

-Per la pelle. Il miele è un valido alleato anche per la bellezza della pelle: sembra infatti essere stata dimostrata la sua efficacia nel trattamento dell’acne. Basta applicarne una piccola quantità sulla zona interessata per notare dei miglioramenti. Inoltre con il miele si possono preparare degli scrub per la pelle: basta miscelarlo con zucchero e succo di limone per contare sulla sua azione esfoliante, in grado di rimuovere efficacemente le cellule morte e donare nuovo splendore all’incarnato.

A seconda del tipo di miele cambiano anche le proprietà terapeutiche:
-Acacia: miele di colore chiaro, quasi trasparente e liquido. Disintossica il fegato, sfiamma la gola, leggermente lassativo.

-Castagno: di colore molto scuro, ambrato liquido e trasparente. Disinfetta le vie urinarie, favorisce la circolazione, utile in caso di anemia e consigliato ai bambini e agli anziani.

-Millefiori: di colore dal bianco all’ambrato, normalmente soggetto a cristallizzazione, antinfiammatorio per la gola e disintossicante per il fegato..

-Tiglio: colore da ambrato chiaro ad ambrato scuro, cristallizza finemente, calmante della tosse, sedativo, lievemente diuretico.

-Rododendro: miele di colore chiaro, cristallizzato, utile per curare i bronchi, ricostituente, combatte l’artrite.

-Agrumi: di colore chiaro, quasi lucido, cristallizza in vari modi, sedativo e utile per l’insonnia e ricco di calcio e di vitamine.

-Eucalipto: ambrato, cristallizza finemente, compatto. Calmante della tosse e del raffreddore, anti catarrale ed antibiotico.

-Rosmarino: miele bianco cristallizzato molto fine. Cura il fegato e la colite, utile in caso di affaticamento.

-Tarassaco: giallo vivo tendente al beige, cristallizzato fine. Indicato per sportivi, depura i reni, le vie urinarie e protegge il fegato.

-Girasole: di color giallo paglierino vivo, cristallizzato fine. Ricalcificante delle ossa, combatte il colesterolo.

-Ginepro: apporta benefici nelle affezioni respiratorie.

-Melata: miele molto scuro, quasi nero, solitamente liquido. Utile per bronchi e faringiti, antisettico delle vie respiratorie.

-Lavanda: miele di colore chiaro ambrato, cristallizzato molto fine. Utile contro l’insonnia, digestivo, analgesico, calma le punture d’insetto.

-Ulmo: prodotto raro e costoso prodotto in Cile e caratterizzato da forti proprietà antimicrobiche ed antibatteriche. Per ulteriori informazioni potete visionare questa pagina.

Controindicazioni:
Non bisogna dimenticare che, seppur poche, il miele ha anche delle controindicazioni. Ecco chi dovrebbe evitarne il consumo:
Diabetici. Data l’elevata quantità di zuccheri, il miele è assolutamente sconsigliato ai malati di diabete per evitare il rischio di alzare l’indice glicemico.
Bambini sotto i 6 mesi. Le nostre nonne usavano intingere il ciuccio nel miele per calmare i bambini, tuttavia si tratta di un’abitudine potenzialmente rischiosa. Il miele può infatti contenere un batterio pericoloso, causa del botulismo infantile.
Persone che stanno seguendo diete povere di zucchero. Anche chi segue un regime alimentare che non contenga zuccheri deve naturalmente astenersi dal consumo di miele.

Il Propoli
Il propoli è una sostanza resinosa che le api raccolgono dalla corteccia delle piante, dagli arbusti e dai germogli e arricchito in seguito con enzimi propri delle api. Il propoli viene usato dalle api insieme alla cera come materiale di costruzione ed isolante, è un forte antibiotico e antivirale.

Viene usato per mummificare all’interno dell’alveare ogni tipo di insetto morto, api comprese, che le api non riescono ad espellere.

Il propoli viene utilizzato dall’uomo ed in abbinamento all’alcool rappresenta un ottimo disinfettante per le infezioni orali in generale, nonché un ottimo cicatrizzante ed antisettico. Il propoli ha un’azione protettiva contro i danni provocati dai radicali liberi, grazie ai flavonoidi e alla vitamina E.

Il termine propoli deriva dal greco própolis, che significa a favore (pro) della città (polis). In effetti, per le api è una sostanza molto importante per la vita stessa dell’alveare.

Commenti Facebook