Furti nelle abitazioni: torna la psicosi.

307

1749649-ladroDa circa una settimana, purtroppo, diversi furti sono stati registrati dalle forze dell'ordine sul territorio della Provincia di Campobasso. A farne le spese non solo le classiche ville, ma anche appartamenti, situati in condomini abitati da numerosi nuclei. Ed ulteriore elemento di questa ondata è che anche nei comuni limitrofi al capoluogo il fenomeno si sta diffondendo con frequenza.

A giudicare dalla selezione delle vittime, generalmente benestanti e dalla totale assenza di tracce lasciate, come al solito, trattasi di professionisti, probabilmente coadiuvati da qualche talpa locale.Stando a quanto riferito alle forze dell'ordine, i ladri riuscendo a penetrare nelle abitazioni rendevano il riposo delle vittime più pesante con un narcotico, utilizzato senza scrupoli anche in stanze abitate da bambini. Comunque le indagini sono in corso e gli inquirenti stanno vagliando testimonianze ed eventuali tracce lasciate sui luoghi dei furti. Dagli organi di Polizia, comunque fanno sapere che si intensificheranno i controlli sul territorio al massimo delle possibilità ma purtroppo, trattandosi di un'area estesa, il pattugliamento potrebbe essere non sufficiente.  Da qui l'invito a osservare le solite precauzioni, senza entrare nel panico ma aumentando l'attenzione e l'osservazione. Quando, infatti, sopratutto in orari fuori dal comune, si scorgono movimenti sospetti, non esitare a contattare i numeri di emergenza. In alcuni Comuni vicino Campobasso, poi, alcuni cittadini, considerata la frequenza dei furti, sta ipotizzando di organizzare delle vere e proprie ronde per tenere sotto controllo le proprie case e le proprie auto, altro bene particolarmente ambito e sottratto in questa ultima ondata.

Commenti

commenti