Frattura: minacce a Nadia Verdile e ex ministro Bray, oggi siamo tutti difensori della Reggia di Carditello

850

  “Ha ragione Nadia Verdile, da mille a un milione: in tanti e sempre di più adesso ci facciamo testimoni dell’impegno e del coraggio che lei, cronista seria e sensibile, e Massimo Bray, già ministro dei beni culturali di grandi capacità, hanno dimostrato nella difesa e nel recupero della Reggia di Carditello. Le minacce non hanno sortito l’effetto sperato: siamo tutti paladini più convinti che mai dell’importanza della cura dello splendido edificio borbonico, simbolo della lotta contro chi vuole offendere la bellezza.Siamo tutti vicini alla nostra Nadia e a Massimo Bray perché non è da paese civile lasciare soli chi lotta in prima linea per contrastare il degrado dell’arte e dell’architettura, vanto dell’Italia nel mondo. E hanno la forza, queste donne e questi uomini, giornalisti, ministri, persone comuni, di non cedere alle pretese delle organizzazioni criminali che nell’incuria e nella devastazione di arte e ambiente nascondono interessi economici e sottoculturali.

Così il Molise manda il suo saluto partecipato alla manifestazione che si terrà domani a Caserta: con un affetto sincero per una sua cittadina, Nadia Verdile, oggi orgoglio della nostra regione e di tutto il Paese”.

Il messaggio di solidarietà del presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, alla giornalista del Mattino, Nadia Verdile, e all’ex ministro dei beni culturali, Massimo Bray, per la manifestazione di domani, domenica 1 marzo, a Caserta.

Commenti Facebook