“Eroi senza nome”, PoliziaModerna dedica articolo al Calendario Storico 2018 della polizia molisana

285

Con questo titolo, a firma di Luca SCOGNAMILLO, la rivista “POLIZIAMODERNA” periodico ufficiale della Polizia di Stato, ha dedicato, questo mese, un articolo al “CALENDARIO STORICO 2018” delle Forze Armate e di Polizia del Molise.

Il calendario che porta la firma di Giuseppe DE DONA, Lorenzo ORRINO, Antonio LANZA e Vincenzo ROBUSTO, realizzato in collaborazione con il M.I.G.M., Museo Internazionale delle Guerre Mondiali di Rocchetta al Volturno, è stato presentato presso l’Archivio di Stato di Campobasso e presso lo stesso Museo di Rocchetta al Volturno nello scorso mese di dicembre.

La pubblicazione riporta le gesta che hanno visto quali protagonisti uomini dell’Esercito Italiano, della Guardia di Finanza dei Carabinieri e della Polizia di Stato, molisani o che in questa terra hanno operato.

Si riporta integralmente l’articolo che omaggia questo particolare lavoro:

“Eroi senza nome
Campobasso. Molto più di un calendario il lavoro realizzato dai sovrintendenti Lorenzo Orrino, Vincenzo Robusto e dai luogotenenti della Guardia di Finanza Giuseppe De Dona e Antonio Lanza, che ha proposto vere e proprie pagine di storia e di memoria. Un percorso ideale che si snoda per oltre un secolo di storia delle forze armate e di polizia, attraverso il ricordo di alcuni episodi che hanno riguardato il territorio molisano o hanno avuto come protagonisti uomini di questa regione. Gli episodi citati mese per mese rappresentano esempi di coraggio, sacrifici spesso a costo della vita da parte di chi, indossando l’uniforme, ha creduto fermamente negli ideali che rappresenta. L’appuntato Nicola Mignogna, l’agente Giulio Rivera, il commissario Vincenzo Rosano, l’ispettore Carlo Tufilli e l’appuntato di ps Giuseppe Lombardi, solo per citare i poliziotti vittime del dovere inseriti in questo prezioso “archivio” documentale che riesce a restituire, attraverso il filo narrativo legato a eventi riguardanti le forze armate, il panorama sociale, economico e ambientale di una regione”.
Luca Scognamillo

Commenti Facebook