Disagi e disservizi feroviari, temi discussi in Consiglio regionale

354

cons regE’ stato aggiornato a martedì prossimo, 18 febbraio 2014, alle ore 11,30, il Consiglio Regionale del Molise, tornato a riunirsi nella mattinata di oggi,11 febbraio, sotto la presidenza di Vincenzo Niro. E’ stato il vicepresidente Cristiano di Pietro,  che nel corso della seduta ha sostituito il Presidente Niro, che ha dovuto lasciare l’aula per impegni istituzionali a Roma, poco dopo le 14,00, a fissare il nuovo appuntamento per completare i punti in agenda non discussi oggi. Non ha preso parte ai lavori il Presidente della Giunta Regionale, Paolo Frattura, anch’egli  per via di  altri impegni istituzionali.

L’incontro ha preso avvio poco prima di mezzogiorno con le consuete comunicazioni del  Presidente, tra cui una mozione, presentata dal consigliere Monaco, (intesa ad esprimere solidarietà alla presidente della Camera Boldrini e alla deputata Loredana Lupo per i recenti accadimenti ) che, su richiesta del consigliere Ioffredi è stata iscritta e immediatamente discussa, impegnando l’aula in un dibattito abbastanza ampio, con l’intervento di numerosi consiglieri.
Subito dopo le comunicazioni il Presidente Niro ha fatto osservare un minuto di raccoglimento per le vittime delle Foibe.
Una breve commemorazione  tenuta dallo stesso Presidente  che ha affermato come la tragedia sia stata consumata solo perché le vittime avevano “l’unica colpa di essere italiani. Una motivazione abbondantemente sufficiente per gli uomini di Tito per far scrivere una delle più brutte pagine di un bruttissimo libro che si chiama ^seconda guerra mondiale^. Ogni cittadino italiano, ogni persona che crede nei valori più autentici, genuini, ad iniziare da quelli della libertà, della democrazia, ha il sacrosanto dovere morale di non dimenticare la tragedia delle foibe e di condividere il dolore con chi in quei tragici accadimenti ha perso gli affetti più cari”.
A questo punto si è proceduto ad esaminare l’ordine del giorno iniziando  con una mozione urgente, a firma del consigliere Monaco, riferita ai gravi disagi e ai disservizi sulla tratta ferroviaria Roma-Campobasso.
Il consigliere Monaco ha chiesto al Consiglio regionale di sostenere le richieste dell’assessore ai trasporti, Pierpaolo Nagni, formulate ripetutamente a Trenitalia, tese a risolvere i continui disagi e disservizi della tratta ferroviaria in questione.
“La battaglia – ha detto tra l’altro Nagni, intervenendo sul punto e facendo un’ampia panoramica sul settore ferroviario – è quella di ottenere un contratto decente da Trenitalia, oppure procedere, alla scadenza, ad una nuova gara di appalto”.
L’assessore ha riferito che nuovi incontri si terranno nei prossimi giorni sulla problematica e gli esiti degli stessi saranno comunicati alla competente terza commissione consiliare presieduta dal consigliere Ciocca, che sarà appositamente convocata. Dopo brevi interventi dei consiglieri Romagnuolo e Federico, la mozione è passata alla UNANIMITA’.
Si è proseguito poi con due interrogazioni, entrambe firmate dal consigliere Micone. La prima riguardante il “Fondo regionale per l’occupazione dei disabili. Legge regionale n.26 del 28 ottobre 2002”. Il consigliere, partendo dalla premessa che la Regione Molise nell’ottobre del 2002 ha istituito un fondo regionale per l’occupazione dei disabili destinato al finanziamento di programmi regionali di inserimento lavorativo e dei relativi servizi di sostegno e collocamento mirato dei disabili, e che tale fondo è alimentato da somme derivanti dal versamento del contributo esonerativo da parte dei datori di lavoro privati per ogni singolo lavoratore non assunto e per ogni giornata lavorativa e dalle sanzioni applicate nei confronti dei datori di lavoro pubblici e privati inadempienti, ha chiesto come mai le somme accantonate negli anni non sono state utilizzate per agevolare le assunzioni dei lavoratori disabili.  La seconda, avente ad oggetto “deliberazioni di Giunta regionale n.576 del 3 novembre 2013 e n.607 del 18 novembre 2013. Proposte di convenzioni ai sensi dell’art.11 della legge 68/99”.  Le convenzioni di cui alla legge 68/99 rappresentano uno degli strumenti per definire le modalità per assolvere agli obblighi di assunzione dei soggetti disabili da parte di aziende, enti e amministrazioni pubbliche.
Ad entrambe le interrogazioni, dopo la illustrazione del presentatore, Micone, ha risposto il vicepresidente della Giunta e assessore al lavoro, Michele Petraroia che – a giudizio dell’interrogante-  “è stato abbastanza esauriente”, manifestando così la sua soddisfazione.
L’assessore Petraroia ha riferito che saranno recuperate le somme accantonate dal 2002 ad oggi per destinarle all’inserimento lavorativo dei disabili e che l’amministrazione regionale deve chiedere scusa se “per anni non ha rispettato la legge per i disabili, non ottemperando agli obblighi”. Questi ultimi avranno ora maggiore attenzione visto e considerato che
nel provvedimento adottato dalla Giunta per i pensionamenti dovuti agli esuberi non è stata inserita la categoria B, proprio perché poi non sarebbe stato possibile assumere questa categoria protetta di lavoratori.
Come detto innanzi, a questo punto, il consigliere Ioffredi ha chiesto, ed ottenuto, la iscrizione e la immediata discussione della mozione presentata dal Consigliere Monaco riferita “al contrasto della violenza di genere e per esprimere solidarietà al Presidente della Camera Boldrini e all’onorevole Lupo per gli attacchi verbali e fisici ricevuti”.
Dopo la relazione del presentatore, sono intervenuti, con sfumature diverse, ma condividendo la mozione,  i consiglieri Manzo, Ioffredi, Lattanzio, Fusco Perrella e l’assessore Petraroia che ha affermato come “non può passare un principio che gli eletti dal popolo  che rivestano  una carica pubblica debbano vergognarsi”. Su suggerimento del consigliere Fusco Perrella  e dopo una breve sospensione, che ha preceduto le dichiarazioni di voto (hanno parlato i consiglieri Federico, Ciocca, Cotugno, Manzo e Parpiglia),  il dispositivo della mozione, favorevole il presentatore Monaco, è stato modificato come appresso e votato alla UNANIMITA’ :“ Il Consiglio regionale del Molise….ESPRIME SOLIDARIETA’ alla Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini ed alla deputata Loredana Lupo e condanna ogni forma di violenza, sia fisica che verbale, e psicologica, perpetrata a danno delle donne”.
Il vicepresidente Di Pietro ha quindi aggiornato la seduta a martedi prossimo, 18 febbraio, alle ore 11,30.

 

Commenti Facebook