Diritto alla salute e veritá per le vittime da covid, protesta davanti il Tribunale

193

Ieri non sventolavano solo bandiere ma tanta solidarietà con un un’unico obbiettivo ,figlio di un percorso di lotta per il diritto alla salute che il collettivo popolare cacciamoli ha ben definito, presenti in strada tanti familiari che hanno perso un proprio caro , una batosta per il piccolo molise che si avvicina velocemente verso la soglia delle 500 vittime,  dalle storie si evince chiaramente che molte potevano essere evitate per una cattiva sanità pubblica e non per caso ieri il luogo della protesta era il palazzo dove staziona la procura della Repubblica di Campobasso , in questi mesi tante sono state le denunce , terapie intensive fantasma , impianti di ossigeno fatiscenti , servizio di emergenza fallimentare , mancanza di personale sanitario e tanto altro, tutto pagato a caro prezzo dalla gente molisana mentre la politica locale e di governo con menefreghismo ed egoismo continuano a fare le passerelle e i giochetti per la poltrona . La protesta e la riflessione di ieri ha rafforzato di fatto una coscienza e una dignità che non puó essere toccata , anzi  sará questa che porterà con coraggio alla verità e alla riconquista dei diritti in questa piccola terra.Diceva Ernesto Guevara della Serna ,《 bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza》

Per il SOA  – Sindacato Operai Autorganizzati  Andrea Di Paolo

Commenti Facebook