Difesa del latte e dei derivati, Lombardi: noi consumatori abbiamo il dovere morale di acquistare il “Made in Italy”

579

Anche il sindaco di Roccamandolfi Giacomo Lombardi ha partecipato alla mobilitazione della Coldiretti Molise che si è tenuta a Campobasso giovedì 12 novembre dinnanzi al “Centro del Molise”(ex pianeta) a difesa del latte e derivati “Made in Italy”. Ho sentito il dovere come rappresentante di un Comune a forte vocazione agricola e zootecnica – afferma il sindaco di Roccamandolfi Giacomo Lombardi – di aderire ad una lodevole iniziativa della Coldiretti Molise, volta a difendere e tutelare i prodotti della nostra terra promuovendone la genuinità e la tracciabilità.
Oggi viviamo una situazione paradossale – continua il sindaco lombardi – per cui si paga il latte agli allevatori pochi centesimi(39 – 42 al litro), decisamente meno di quanto costa produrlo, mentre nel contempo si lascia inalterato il prezzo per i consumatori finali, che risulta essere tra i più alti d’Europa.
E’ sempre più frequente nei nostri prodotti – continua ancora lombardi – la sostituzione del latte italiano con il latte di provenienza sconosciuta, senza l’indicazione dell’origine in etichetta e senza tracciabilità sugli ingredienti utilizzati.
Questo stato dei fatti, ha prodotto la chiusura di molti allevamenti con la consequenziale perdita di posti di lavoro e causando anche l’abbandono dell’uomo dalle montagne e dal territorio, che poi si manifesta nell’aumento dei dissesti idrogeologici e degli incendi.
Poiché solo una busta di latte su quattro di quelle vendute in Italia contiene latte italiano – conclude Giacomo Lombardi – oggi noi consumatori abbiamo il dovere morale di acquistare il “Made in Italy” tutelando così la nostra economia e la sicurezza e la bontà dei prodotti che arrivano sulle nostre tavole.

Commenti Facebook