Dichiarazioni Ance su imprese locali, Nagni rispedisce al mittente le accuse

958

“Polemizzare generalizzando è sempre sintomo di poca serietà e sparare nel mucchio dicendo che le imprese molisane non lavorano per colpa della Regione è un atteggiamento qualunquista di chi non legge e di chi non sa – è questo il commento dell’assessore ai LL. PP. Pierpaolo Nagni rispetto alle accuse di scarsa considerazione alle imprese locali mosse dall’ANCE alla giunta regionale. Non si tratta di non accettare critiche – ha precisato Nagni – ma chiediamo un minimo di obiettività. Credo vada, infatti, riconosciuta a questo governo, la netta inversione di marcia rispetto al passato. Certo, si potrà far meglio in futuro con una maggiore circolazione di denaro ma stiamo tenendo fede a tutto quanto stabilito nell’ambito delle riunioni e dei confronti avuti con le associazioni di categoria. Dei 27 milioni di euro già immessi nel circuito attraverso i soggetti attuatori e Invitalia per il dissesto idrogeologico, i lavori appaltati sono, per il 99%, relativi ad imprese molisane. Lo stesso procedimento è stato avviato anche per i fondi destinati al piano di lavori del sistema idrico, per 44.000.000 di euro, e presto saranno disponibili altri 90.000.000 per la viabilità. Mi preme precisare, inoltre, che il sistema di individuazione dei Comuni come soggetti attuatori, rappresenta una scelta concordata con tutto il comparto su sollecitazione delle stesse associazioni di categoria.
Viene da pensare che, forse, l’Ance stia soffrendo di nostalgia per la passata gestione e, soprattutto, per il vecchio sistema; questo spiegherebbe tante altre cose. Detto ciò, resto basito, di fronte alle dichiarazioni dell’assessore Scarabeo che dovrebbe, come me, vivere la giunta e conoscere tutti gli atti di ogni assessorato ancor prima che arrivino alla firma. Del resto questo accade anche agli altri assessori per quanto riguarda le attività produttive nell’ambito delle quali Scarabeo sta facendo un ottimo lavoro. Sono certo, che distraendosi un po’ meno, per il futuro, potrà evitare simili esternazioni”.

Commenti Facebook