D’Egidio: se realizzata con tutti i crismi la metropolitana leggera apporterà benefici nell’intera area matesina

859

“Se realizzata con tutti i crismi di una grande opera e soprattutto se corredata di servizi efficienti (sottopassi, parcheggi, stazioni di fermata etc) la metropolitana leggera avrà una sua utilità e apporterà benefici nell’intera area matesina e nelle zone più emarginate della regione”.
A parlare del progetto in divenire sulla metropolitana leggera è il sindaco di San Polo Matese, Armandino D’Egidio.
“Non voglio entrare assolutamente in merito alle polemiche degli ultimi giorni. Per il sottoscritto però sarebbe importante la creazione di un sistema di trasporto rapido che andrebbe a facilitare gli spostamenti nell’hinterland di Campobasso. Del resto la metropolitana leggera è già stata sperimentata con successo in tante città italiane.
Un’opera che potrebbe portare enormi vantaggi in regione favorendo il trasporto nelle aree più emarginate del Molise.
Sarebbe utile per studenti (che attualmente devono alzarsi alle 6 del mattino – e d’inverno non è poi così piacevole attendere al freddo anche per ore in caso di ‘guasti’ o ‘ritardi’ – per recarsi a scuola o all’università), per i lavoratori, per gli anziani che magari hanno la necessità di effettuare brevi spostamenti. Insomma – continua D’Egidio – l’opera andrebbe di sicuro a tutelare e a coprire in modo capillare le aree disagiate.
Oltretutto – continua il primo cittadino di San Polo Matese – la metropolitana leggera andrebbe a rappresentare un importante supporto per tutta l’area del Matese, aumentando la mobilità tra Campobasso e i comuni limitrofi e di fatto contenendo il trasporto pubblico su gomma.
Una progettazione sera e una concreta realizzazione dell’opera – conclude D’Egidio – potrebbe dunque rappresentare un volano di sviluppo per il Molise, considerando che con l’attuazione di servizi paralleli alla costruzione della metropolitana leggera, si andrebbero ad accorciare i tempi di percorrenza in regione e di riflesso migliorerebbero anche i collegamenti che conducono oltre i confini molisani”.

Commenti Facebook