Cucina e dintorni/ La cucina salutista riprende quota

386

di Stefano Manocchio*
Stiamo vivendo un periodo difficile, per molti di noi il più difficile della vita, in una condizione nuova, che ci porta a non vederci più e vivere isolati per lunghi periodi. Rispetto al passato per fortuna ci sono due elementi diversivi importanti: la televisione ricca di programmi e film e la rete internet con i social media. Isolati ma non soli quindi: e non è un vantaggio da poco.
Proprio in questo periodo anche la cucina cambia aspetto e assume due caratteristiche solo all’apparenza contrastanti. Da una lato questa sorta di clausura sta facendo riscoprire il piacere (se così si può dire, visto il generale clima di incertezza) per la tradizione dietro i fornelli, dall’altro però una sorta di inibizione verso grassi e fritti ci spinge a cucinare in maniera salutare, anzi salutista. Primi piatti leggeri, secondi a basso contenuto di grasso, ma con lavorazioni anche complesse che oramai sono nelle nostre corde, vista l’offerta di programmi gestiti da chef, che più o meno tutti vediamo anche con assiduità. Se sia un fenomeno solo del momento o un vero e proprio trend è presto per scoprirlo.
LA RICETTA DELLA SETTIMANA. ‘Fascioletti e patane’. Pulire i fagiolini, lavarli e farli sgocciolare, pulire le patate e lessarle in acqua salata. Una volta cotte unitele ai fagiolini in una scodella da portata. Far cuocere olio ed aglio in pentola e poi versarlo, ancora bollente, sui fagiolini con patate, poi mescolare e aggiungere peperoncino piccante, quindi servire.

  • giornalista appassionato di cucina
Commenti Facebook