Crescita dell’imprenditorialità e dell’autoimpiego femminili. Quasi completo il Protocollo anche in Molise

709

Si è tenuto ieri presso l’Ufficio della Consigliera di Parità della Regione Molise Giuditta Lembo il primo incontro per promuovere e rendere operativo anche in Molise il Protocollo d’Intesa per lo sviluppo e la crescita dell’imprenditorialità e dell’autoimpiego femminili, firmato, il 4 giugno scorso, tra Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dello Sviluppo Economico, Abi, Confindustria, Confapi, Rete Imprese Italia e Alleanza delle Cooperative Italiane.
Pronto un piano di interventi a sostegno dell’accesso al credito delle PMI a prevalente partecipazione femminile e delle lavoratrici autonome.  In particolare, il Protocollo prevede l’attivazione di specifici plafond bancari per nuovi investimenti e l’avvio di nuove attività che potranno beneficiare della garanzia dello Stato.
Le banche che aderiranno al Protocollo indicheranno il plafond finanziario dedicato che potrà essere utilizzato per la concessione di finanziamenti in relazione a specifiche linee di intervento:
·”Investiamo nelle donne” – finanziamenti finalizzati a realizzare nuovi investimenti, materiali o immateriali, per lo sviluppo dell’attività di impresa ovvero della libera professione;
·”Donne in start-up” – finanziamenti finalizzati a favorire la costituzione di nuove imprese, ovvero l’avvio della libera professione;
·”Donne in ripresa” – finanziamenti finalizzati a favorire la ripresa delle PMI e delle lavoratrici autonome che, per effetto della crisi, attraversano una momentanea situazione di difficoltà.
Prevista anche la possibilità di sospensione del rimborso dei finanziamenti, per un periodo fino a 12 mesi, in casi di maternità dell’imprenditrice o della lavoratrice autonoma; grave malattia, anche del convivente o dei figli anche adottivi; malattia invalidante di un genitore o di un parente o affini entro il terzo grado conviventi dell’imprenditrice o della lavoratrice autonoma.
Per i finanziamenti sono previste condizioni competitive rispetto alla normale offerta su operazioni simili e con lo stesso grado di rischio. Inoltre, beneficiando della garanzia della Sezione speciale “Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità” del Fondo di garanzia per le PMI in favore delle imprese a prevalente partecipazione femminile, il costo del finanziamento potrebbe essere conseguentemente migliorato.  Le associazioni firmatarie, da parte loro, forniranno alle imprese supporto informativo ed assistenza per l’accesso agli strumenti previsti dal protocollo.
Agire velocemente – afferma la Consigliera Lembo – in modo che il Molise sia tra le prime regioni ad attivarsi , è fondamentale in un momento così critico.  Il problema dell’accesso al credito è una delle maggiori difficoltà con cui le imprese, si confrontano quotidianamente e questo problema sembra accentuarsi quando la titolare dell’azienda è una donna .
Quindi bene un protocollo finalizzato ad  appianare almeno in parte i maggiori ostacoli che deve affrontare un’imprenditrice o anche  una libera  professionista e a colmare parzialmente le disparità di genere presenti anche in questo ambito.
Ringrazio tutti i partecipanti – continua nel suo comunicato la Lembo – l’ABI regionale , L’API Molise, Confindustria Molise, il CNA, l’ACEM, Confcooperative  Molise, la Confcommercio, la Camera di Commercio di Campobasso e Isernia, i Comitati per l’Imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Campobasso ed Isernia, per la loro disponibilità e per l’interesse dimostrato.
La riunione è stata immediatamente operativa ed  ha  prodotto una serie di accordi tra i presenti che mirano a far sì che il prima possibile il protocollo produca risultati soddisfacenti nella nostra Regione dato che già alcuni Istituti di credito locali sono sul punto di ultimare le procedure di adesione allo stesso protocollo.
La prossima riunione dei partecipanti all’incontro di ieri,  prevederà anche  il coinvolgimento del  Presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura in possesso della delega alle Pari Opportunità, il quale già ha manifestato ampia disponibilità.

Commenti Facebook