Continua la campagna di Check-up gratuiti “Occhio ai bambini”

780

Protagonisti in questi giorni le classi prime e seconde dell’ dell’Istituto Comprensivo Statale “San Giovanni Bosco” di Isernia. La campagna di check-up oculistici gratuiti nelle scuole “Occhio ai bambini” prosegue in questi giorni con grande partecipazione e collaborazione da parte degli alunni e degli insegnanti dell’Istituto Comprensivo Statale “San Giovanni Bosco” di Isernia.  Si tratta di una iniziativa promossa dall’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (IAPB)onlus, sezione italiana, in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti di Isernia. Questa campagna di prevenzione è finalizzata a preservare la salute visiva dei bambini dai 3 agli 11 anni, mediante uno screening di oltre 800 bambini.
Gli oculisti visitano gratuitamente i bambini a bordo dell’Unità mobile oftalmica: così si possono individuare precocemente disturbi e malattie oculari che potenzialmente possono compromettere lo sviluppo dell’apparato visivo (ad esempio l’occhio pigro).
Bisogna sottolineare, tuttavia, come tale controllo non si sostituisce a una visita oculistica più approfondita, a cui si rimanda in seguito al riscontro di eventuali problemi.  Durante questa iniziativa gli oculisti più volte si sono fatti portavoce di alcuni consigli importanti: raccomandano, ad esempio, ai genitori di controllare anche gli atteggiamenti dei propri figli, non lasciandoli guardare troppo da vicino la televisione o il monitor né lasciarli assumere posture sbagliate. Ricordano, inoltre, quanto sia importante non solo un controllo oculistico alla nascita, ma anche prima di iniziare a frequentare la scuola dell’obbligo. Al fine di promuovere una corretta informazione sulla salute degli occhi, al termine della visita oculistica, ai bambini viene consegnato un opuscolo informativo dedicato ad alcuni consigli utili per mantenere una buona vista. Si tratta quindi di un’iniziativa di grande valenza medica data l’importanza della prevenzione, unica arma in grado di arginare alcuni disturbi che possono essere così contenuti o addirittura evitati.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa dell’Unione allo 0865 415084 oppure scrivere a [email protected]

Commenti Facebook