Concorso fotografico “Il Mare Di Mezzo”: i premiati

217

Sabato 5 settembre, presso il Maglieri Restaurant & Cafè di Sepino, si è tenuta la premiazione del concorso fotografico “Il Mare Di Mezzo”, promosso e realizzato dalla onlus Dalla Parte Degli Ultimi e dall’associazione culturale Officina Creativa.

Il contest, nato con l’obiettivo di favorire l’integrazione e di sensibilizzare il pubblico sulla tematica delle migrazioni e della distanza, ha ottenuto un successo inaspettato, essendo alla prima edizione, e ha coinvolto partecipanti da più parti d’Italia, migranti, fotoamatori e fotografi professionisti.

Il premio social (quello che ha ottenuto più like sulla pagina Facebook dei promotori), una fotocamera istantanea Fuji Instax, è andato a Farook Muhammad, con lo scatto dal titolo “In-con-tra” ( nella foto in evidenza).

Dalla Parte Degli Ultimi ha ritenuto di assegnare il premio (un monitor 28” 4k) per la foto che meglio ha interpretato il tema del contest a Rasel Sheik, con la sua “Nord&Sud”. Lo scatto evidenzia la differenza tra due realtà diverse, seppur accomunate dalla stessa condizione: la distanza.

Il fatto che il ragazzo nella foto in basso sia scalzo simboleggia la maggiore difficoltà nel vivere l’isolamento dovuto alla all’emergenza sanitaria per chi ha meno risorse ed opportunità.

Quello che ha fatto la differenza durante questo periodo storico è stato il possesso o meno di mezzi e tecnologie in grado di annullare la distanza con i propri affetti e con il mondo esterno e di rendere più sopportabile l’isolamento. Inoltre, nella foto in basso di fronte al ragazzo c’è un vuoto oltre il mare (rappresentato simbolicamente da una pozzanghera) che rappresenta la condizione di emarginazione in cui versano spesso i migranti che si sentono estranei rispetto al nuovo contesto di vita e altrettanto lontani dalla cultura di origine.

Officina Creativa, invece, ha conferito il premio (una stampante Canon Selphy) per lo scatto che più di altri ha saputo coniugare l’attinenza al tema con la tecnica e la creatività, a “Contatto”, di Umair Tariq, un bianco e nero pulito ed essenziale che si distingue per la composizione equilibrata e bilanciata. Pregevole il rimando al Giudizio Universale di Michelangelo che rafforza un concetto, oggi, ancor più universale e necessario: anche in tempi difficili, un contatto è possibile.

Dopo la premiazione, sul palco del Maglieri Restaurant & Cafè, si è esibito il cantante nigeriano Sleazy K, protagonista di una straordinaria e commovente performance tra black e hip Hop.

Ringraziando tutti per la calorosa partecipazione, Dalla Parte Degli Ultimi e Officina Creativa vi danno appuntamento al prossimo anno con la seconda edizione de “Il Mare Di Mezzo” e vi invitano a restare sintonizzati per conoscere le prossime attività, sempre nel segno dell’integrazione e dell’abbattimento di ogni barriera.

Commenti Facebook