Comune di Termoli: sospensione di somministrazione nei bar nelle stazioni di servizio

497

CONSIDERATA la grave emergenza sanitaria determinata dall’epidemia da COVID-2019, riconosciuta a livello internazionale dalla stessa Organizzazione Mondiale per la Sanità con la dichiarazione del 20/1/2020 e successive;

RICHIAMATI i Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’1 marzo 2020 e successivi, che dettano misure atte a contrastare la diffusione del contagio del virus;

VISTO, da ultimo, il DPCM 11 marzo 2020 che stabilisce, tra le altre misure, anche la sospensione delle attività di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelateria, pasticcerie, ecc.) fino al 25 marzo 2020;

ATTESO che lo stesso DPCM consente l’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, autostradale e all’interno delle stazioni ferroviarie, aeroportuali, lacustri e negli ospedali garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di un metro;

CONSIDERATO che non risulta possibile assicurare il rispetto della predetta distanza minima di sicurezza interpersonale negli esercizi annessi ai distributori di benzina ubicati lungo le strade comunali, con il conseguente verificarsi di assembramenti vietati dalle suindicate disposizioni ministeriali;

CHE esigenza primaria è quella di evitare tali assembramenti al fine di scongiurare il diffondersi del coronavirus nel territorio di Termoli;

DATO ATTO, altresì, che sempre per tale finalità, è necessario evitare la distribuzione di volantini pubblicitari porta a porta, favorendo inoltre la limitazione della mobilità nel territorio comunale; RITENUTO che ricorrano le condizioni di estrema necessità e urgenza richiamate dall’art. 3 del Decreto Legge 23/2/2020 nr. 6 Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e seguenti per l’adozione dei provvedimenti straordinari in materia sanitaria e di igiene pubblica previsti dall’art. 50 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 nr. 267, e di conseguenza di dover
adottare ulteriori misure di natura precauzionale tese a prevenire una possibile potenziale trasmissione del virus,

il sindaco di termoli Roberto Ordina in via precauzionale, al fine di prevenire il rischio di diffusione del COVID-19 nell’ambito del territorio comunale e fino al 25 marzo 2020:
1) La sospensione dell’attività degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburanti situati lungo le strade comunali. In tali esercizi sarà consentita solo la vendita di tabacchi;
2) Il divieto di distribuzione di volantini pubblicitari porta a porta nell’ambito del territorio di Termoli al fine di evitare che le offerte di prodotti particolarmente convenienti favorisca la
formazione di assembramenti di clienti presso gli esercizi commercali commissionari delle stesse offerte pubblicitarie.

Commenti Facebook