Comando Provinciale Carabinieri Campobasso : il resoconto di un anno di attività

1181

Nell’anno 2015 le chiamate al 112 sono state circa 300 mila, con una media di circa 800 chiamate al giorno per le Centrali Operative di Campobasso, Termoli, Larino e Bojano, e con circa 30.000 richieste di intervento.
Nell’ambito della provincia di Campobasso sono stati svolti 31.142 servizi preventivi, nel corso dei quali sono stati controllati 88.481 mezzi e identificate 102.194 persone.   4267 sono i reati per cui i quali ha  proceduto l’Arma nella Provincia.
Princiali operazioni:
BOJANO
20 gennaio 2015.  I militari del N.O.R.M. della Compagnia CC di Bojano, unitamente a quelli della Stazione CC di  Castropignano, sottoponevano a fermo di indiziato di delitto un cittadino italiano che si era introdotto nell’abitazione della ex convivente colpendola ripetutamente con un coltello da cucina all’addome ed alle spalle, provocandole lesioni per le quali veniva ricoverata in ospedale in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. L’accoltellatore, che si era dato alla fuga a bordo di un’ autovettura, veniva intercettato lungo la s.s. 647 «Bifernina» e  bloccato in sicurezza dopo un inseguimento di circa 20 chilometri.
SAN MARTINO IN PENSILIS
06 febbraio 2015. I Carabinieri della locale Stazione traevano in arresto in flagranza del reato di estorsione un cittadino italiano mentre riceveva una somma di denaro dalla vittima minorenne a seguito di reiterate richieste estorsive avanzate a mezzo di  «whatsapp».
TERMOLI e NAPOLI
06 marzo 2015. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Campobasso unitamente a quelli del N.O.R.M. della Compagnia di Campobasso traevano in arresto in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere due cittadini italiani, originari del napoletano, resisi responsabili di rapine e tentate rapine a banche e furgoni portavalori perpetrate in Campobasso nel periodo luglio- ottobre 2014.
CAMPOBASSO 21 aprile 2015. I militari del N.O.R.M.  della Compagnia di Bojano e di Campobasso traevano in arresto in flagranza per truffa aggravata in concorso due pregiudicati napoletani che avevano contattato telefonicamente una ottantaduenne alla quale avevano riferito di un finto sinistro nel quale era rimasta coinvolta la figlia sprovvista di assicurazione chiedendole 2.000,00 euro per “sistemare” la vicenda. L’ignara donna aveva consegnato loro 1.500 euro che,  a seguito di perquisizione, venivano rinvenuti nelle disponibilità dei due e restituiti alla vittima.
CAMPOMARINO 28 luglio 2015. I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Campobasso del N.O.R.M. della Compagnia di Termoli e della Stazione di Campomarino traevano in arresto in flagranza di reato di estorsione 3 pregiudicati di San Severo (FG), nel mentre ritiravano la somma di € 5.000  quale provento di una richiesta estorsiva a carico del proprietario e dei gestori di un Bar ubicato in Campomarino e fatto oggetto in data 18 luglio 2015 di attentato dinamitardo.
MONTENERO DI BISACCIA 29 settembre 2015.  I militari del N.O.R.M. della Compagnia CC di Termoli eseguivano il fermo di indiziato di delitto di un cittadino rumeno per l’omicidio di un connazionale, avvenuto in un casolare abbandonato dove entrambi dimoravano,  a seguito di un litigio scaturito per futili motivi nel corso del quale l’omicida ha ripetutamente colpito la vittima con un bastone  procurandogli ferite e fratture mortali
CAMPOBASSO 08 ottobre 2015. I Carabinieri del N.O.R.M. della Compagnia di Campobasso traevano in arresto un cittadino italiano responsabile di furto aggravato. L’uomo si era introdotto, in Oratino, all’interno di un’abitazione ma era stato notato da alcuni passanti. L’immediato intervento dei Carabinieri e l’acquisizione di gravi indizi nei suoi confronti nonché la sua continua ricerca da parte dei militari, consentiva di rintracciarlo e rinvenire nelle sue disponibilità refurtiva per un valore complessivo di euro 5.000,00. che veniva restituita ai legittimi proprietari.
NAPOLI CAMPOBASSO LARINO 10 Dicembre 2015. Al termine di complessa attività di indagine, i Carabinieri del Nucleo Investigativo e del N.O.R.M. della Compagnia di Campobasso davano esecuzione a 7 ordinanze di custodia cautelare: 3  in carcere, 2 ai domiciliari, e 2 divieti di dimora in Campobasso per associazione a delinquere finalizzata al compimento di rapine, con pistole e cutter, tentata rapina in concorso a istituti di credito. L’articolata attività di indagine ha avuto inizio a seguito della rapina al un furgone portavalori perpetrata a Campobasso in data 27 ottobre 2014, ed ha consentito di far luce su 9 episodi delittuosi, consumati e tentati, portati a termine non solo nel capoluogo ma su tutto il territorio nazionale.
SANTA CROCE DI MAGLIANO 22 dicembre 2015. I militari del N.O.R.M. di Larino, unitamente a quelli della locale Stazione, hanno tratto in arresto una persona del posto  per detenzione abusiva di armi comuni da sparo e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Commenti Facebook