Cambiamo Montenero/ Mancato riconoscimento per la zona mare, ennesima bocciatura per l’amministrazione Travaglini

326

Mancato riconoscimento per la zona a mare, ennesima bocciatura per l’amministrazione Travaglini e per le politiche ambientali di Contucci. Nei giorni di svolgimento dell’esame di maturità arriva l’ennesima bocciatura per Montenero e la nostra zona a mare. Dopo la mancata assegnazione della Bandiera Blu arriva l’ulteriore beffa, Legambiente e Touring Club italiano inserisce nella Guida Blu 2020 tutte le marine molisane (Petacciato, Termoli e Campomarino) ad eccezione della sola CostaVerde che non consegue nessuna menzione.

La Guida Blu è una guida turistica realizzata da Legambiente e dal Touring Club Italiano che contiene una classifica delle località turistiche costiere; è finalizzata a valorizzare risorse storico-artistiche e naturalistiche e l’impegno delle amministrazioni sulla salvaguardia dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile.

La classifica è stesa in termini di numeri di vele blu assegnate alle località esaminate, con cinque vele che rappresentano il massimo riconoscimento. I parametri considerati per l’assegnazione delle vele sono la qualità delle acque di balneazione, efficacia della raccolta differenziata dei rifiuti, la gestione delle risorse idriche, la presenza di aree pedonali, efficienza dei servizi, la valorizzazione del paesaggio e delle produzioni locali.

mancati riconoscimenti (Bandiera Blu e Guida Blu) si traducono come danno economico per le attività ricettive e turistiche in quanto allontanano i turisti invece di attrarli e mettono a dura prova gli sforzi degli imprenditori locali che credono nella nostra marina. Inoltre, la realizzazione della maxi antenna in prossimità del centro commerciale ci condanna per sempre a non affacciarci nelle guide turistiche ed a non proporci al mondo intero come una località di villeggiatura meritevole di note.

La CostaVerde è stata deprecata del suo naturale sviluppo a seguito di scelte amministrative fallimentari, questo mancato riconoscimento evidenzia quanto già da noi enunciato ovvero il disastro della gestione Travaglini e delle politiche ambientali messe in atto dall’assessore Simona Contucci. Con questo biglietto da visita è la stessa Contucci a presentarsi come possibile candidata sindaco in vista delle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio comunale cosi da fornire “continuità” alla guida dettata in questi anni da Travaglini.

Un paragone è d’obbligo: come può un alunno che prende zero ad essere promosso?

Commenti Facebook