Calcinacci, scosse , boati, incendi: la simulazione con la Croce Rossa Italiana

809

Il 19 luglio 2014, sarà ricordata  da molti per un evento davvero significativo. Infatti in quel di Santa Maria del Molise alla presenza di un folto ed attento pubblico, decisamente variegato e composto da tantissimi bambini, la Croce Rossa Italiana con a capo il suo delegato regionale dott. Giuseppe Alabastro, i Borghi d’Eccellenza, il Comune di Santa Maria del Molise coadiuvato da i Comuni di Cantalupo nel Sannio, Castelpetroso e Roccamandolfi, hanno dato dimostrazione che l’unione fa davvero la forza. Infatti hanno messo in piedi una vera e propria giornata intesa allo studio ed alla pratica parlando e inscenando una vera e propria rievocazione del terremoto avutosi nel 1805 catapultandolo agli anni nostri.
Calcinacci, scosse simulate, boati, incendi, elicottero, ambulanze, infermi, costruzione di un campo con infermeria e tutto quanto necessita dopo una scossa sismica distruttiva, compreso le comparse con il trucco.Una scena da applausi, che a scena aperta ci sono stati ma con un unico scopo…la sicurezza del territorio. Brividi all’urlo dei feriti dopo la scossa, scene di panico surreali e una scena da film all’arrivo dell’elicottero del sempre impegnato in operazioni di soccorso, Paolo Salvatore.Croce Rossa e Protezione civile locale insieme per una straordinaria giornata culminata con il gioco degli elmetti colorati che ha inteso addestrare i tantissimi bambini presenti che hanno decisamente catalizzato la scena.
Presenti ed attivamente partecipi alla manifestazione i Carabinieri di Macchiagodena che hanno accettato ben volentieri e con spirito di dovere, la partecipazione alla simulazione. Quattro ambulanze, 2 camionette, 3 fuoristrada delle protezione civile , automezzi antincendio e ogni cosa è sembrata davvero reale.Insomma, al di la della scena catalizzatrice, ancora una volta la dimostrazione che il Molise c’è ed è vivo. Che la vitalità viene dalle piccole realtà , dai piccoli comuni, da associazioni del volontariato che, sempre e in ogni e dove, si mettono in gioco per il bene del nostro Molise.  La giornata è terminata, in località Mulino, con voli panoramici in elicottero e del buon cibo e della buona musica.  Fuori programma una intrusione gradita di una coppia di sposi appena scesi dall’altare.

Commenti Facebook