Bregantini Cardinale? Il Vescovo: notizia falsa, c’è qualcuno che mi vuole cacciare?

1394

 La recente notizia sulla certezza del  porporato che sarà assegnato all’arcivescovo di Campobasso –Bojano Mons. Giancarlo Bregantini, le innumerevoli “fughe di notizie” ( non si sa da dove) sulla sua partenza non di certo sono  stati ben accolti dallo stesso Presule  in quanto nessun documento ufficiale ne ha dato  la conferma.    Il giornalista, per sua natura, va a caccia di notizie, cercando , a volte , lo scoop a tutti i costi. Anche il Molise, nonostante somigli ad un quartiere romano per densità di popolazione,  nasconde i suoi scoop. Uno tra i tanti? L’ultimo è di un telegiornale di una emittente locale che vede il Pastore della Diocesi di Campobasso Bojano  volare verso altri e ben più importanti destinazioni. Il Presule di Campobasso  venuto a conoscenza della notizia ha commentato a caldo: “Il Vescovo ringrazia della stima ma sorride della ingenuità dei giornalisti visto che la notizia è infondata! –ed ha soggiunto- Ma c’è qualcuno che mi vuole proprio cacciare! “.
Di certo  sarebbe stato meglio e più opportuno consultare l’Ufficio Stampa della Diocesi che avrebbe fornito opportune e motivate   spiegazioni alla ennesima voce che  si è sparsa   in giro e che ormai è di dominio pubblico. Ma la  voglia dello scoop è grande e così, senza fonti ufficiali che comprovano la notizia, padre Giancarlo è già porporato. Certo non cambia molto aspettare l’ufficialità della notizia che, se vera, sarebbe motivo di gioia  da assaporare collegialmente ed ufficialmente e non  così di soppiatto, senza capire se c’è verità  o la solita ennesima bufala per attirare un po’ di attenzione. In una società dove  si va sempre di corsa possibile che non ci sia  mai tempo per fermarsi, per aspettare e per gustare insieme la bellezza  di un evento di Grazia? Mentre aspettiamo con trepidazione  l’annuncio dei nuovi Cardinali  da parte di Papa Francesco ci auguriamo che la Stampa sia sempre aderente alle fonti prima di dare notizie, attendendo  e motivando  e non imbastendo  scoop sul “si dice”…

Commenti Facebook