Allagamenti Isernia, PCL: danni dovuti all’incuria

138

Riceviamo e pubblichiamo

Gli allagamenti del 23 agosto nella città di Isernia sono in gran parte dovuti all’incuria a partire dalla mancanza di ordinaria programmazione della manutenzione dei tombini ed alle piccole opere necessarie per evitare tali eventi dannosi .

Necessita infatti un piano urbano, anche di piccole opere manutentive, per la prevenzione da tali rischi di allagamento, poiché è inaudito che alla minima pioggia un po’ più intensa del solito si vada incontro a tali situazioni.

Quanto accaduto è la riprova che questa ennesima amministrazione di destra, mentre si disinteressa totalmente delle reali problematiche sociali e urbane, si è mostrata invece molto energica e talebana nel perseguire scelte dannose per collettività, come il demenziale rigetto dello SPRAR cavalcando le idiozie xenofobe che hanno peraltro distratto la popolazione locale verso falsi obiettivi e guerre tra poveri, e il disastro sociale ed amministrativo totale, con la consegna della città a due capitalisti, uno per la gestione privatizzata dei tributi, l’altro legato alla scandalosa vicenda speculativa dei parchimetri, di cui stiamo rivelando e impugnando tutte vessazioni sociali e legali, con una lotta a oltranza sino alla revoca e all’annullamento degli atti.

E per la memoria collettiva, questa volta non si dimentichi chi ha sostenuto alle scorse elezioni questa amministrazione: liste “civiche” dell’area della destra isernina, più “Fratelli D’Italia” e “Casa Pound” (quest’ultima sigla seppure elettoralmente insignificante con lo zero virgola per cento, è entrata in consiglio grazie all’espediente nella lista di FI, poi uscita dalla maggioranza solo per non aver ricevuto la poltrona di assessore).

PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI – ISERNIA

Commenti Facebook