Emergenza Covid 19: consiglio regionale monotematico

371

Presieduto dal Presidente Salvatore Micone si è riunito nella mattinata , in parte in videoconferenza e in parte con la presenza in Aula, il Consiglio regionale. In apertura di seduta il Presidente Micone ha ricordato le persone che hanno perso la vita a seguito del contagio da Covid 1 9 , esprimendo cordoglio alle famiglie e vicinanza a coloro i quali risultano ora positivi al test per il virus. Il Presi dente ha anche voluto ringrazia re per l ’ eccezionale impegno posto in essere da tutte le istituzioni sanitarie, di sicurezza, di protezione civile e locali, oltre ai tanti lavoratori impegnati quotidianamente nella fornitura dei servizi essenziali .

Il Consiglio ha quindi osservato un minuto di silenzio per tutte le vittime da Covid in Molise. E ’ quindi intervenuto il Presidente della Giunta regionale, Donato Toma, che ha voluto notiziare il Consiglio regionale della miss iva inviata da lui e da tutti i componenti del PPE del la delegazione italiana in seno al Comitato delle Regioni europee per chiedere al Presidente di quel Consesso di farsi portatore , presso le massime istituzioni comunitarie , della consapevolezza di come l ’ emergenza Covid sia al tempo stesso la crisi più grave e l ’ opportunità di maggiore rilancio della storia della UE. Un ’ occasione per ripensa re la politica economica europea per far affrontare in modo adeguato alla UE , e a tutti i paesi che la compongono, le conseguenze socio – economiche di questa straordinaria condizione pandemica globale. Nella costruzione dell ’ Europa dei popoli e delle culture , come la vollero i costituenti , un ruolo strategico propulsivo dovrà essere svolto d al Comitato delle regioni , che raccoglie le istanze de i cittadini e dei territori, insieme al Parlamento europeo . Il Presidente Toma ha quindi voluto fornire al Consiglio dei dati aggiornati sulla diffusione del contagio in regione e sulla gestione dell ’ emergenza Covid.

In particolare Toma ha detto che: sono stati eseguiti 953 tamponi, 821 dei quali negativi, mentre 132 sono positivi; 26 pazienti risultati positivi al virus sono ricoverati nell ’ Hub Cardarelli, 17 sono ricoverati in malattie infettive e 9 in terapia intensiva; 87 persone in isolamento, 72 persone asintomatiche e 15 dis messe dagli ospedal i; 174 soggetti sono sotto sorveglianza; 3 pazienti risultano guariti; i deceduti sono 9 ; i pazienti positivi presso il Neuromed sono 9 . Il Presidente ha evidenziato come si sia registrato un picco di contagi intorno al 26 marzo, cui è seguito una diminuzione dei ricoveri , tanto da far registrare che al momento la crescita del contagio sembrerebbe frenata .

Un risultato che si è potuto registrare – ha sottolineato il Presidente – grazie alle misure di distanziamento sociale poste in atto sul territorio ; misura che sembra essere il principale strumento per far rallentare e poi sconfiggere il virus. I prossimi 10 – 15 saranno molto importanti per comprendere l ’ evolversi della situazione. Condizione evidenziata anche dallo staff di studio e monitoraggi o epidemiologico istituito presso l ’ ASREM , che ha svolto uno studio statistico di previsione, addirittura aggiornato per quartieri delle c ittà più grandi , funzionale ad isolare eventuali catene di contagio. I l Presidente ha quindi dato notizia al Consiglio di aver , a tempo debito , provveduto a costituire l ’ Unità di Crisi regionale, che è la cabina di regia per la gestione dell ’ emergenza sul territorio molisano. Come pure lo s tesso Presidente ha costituito il Comitato tecnico scientifico per l ’ emergenza epidemiologica da Covid 19 composta dal professor Giancarlo Rapabelli Ordinario di Igiene Generale e Applicata presso il Dipartimento di Medicina e di Scienze della Salute dell ’ UNIMOL , coordinatore, dai dottori Felice Di Donato e Nicandoro Buccieri , rispettivamente ​esperti di epidemiologia e medicina legale. I l Comitato coadiuva l ’ Unità di crisi nella varie decisioni chiamate ad assumere quotidianamente.

Il Presidente della Giunta, in fine , ha d ato contezza al Consiglio regionale dei dati aggiornati sui presidi protettivi ricevuti dalla Protezion e civile nazionale e dagli acquisti diretti dell ’ ASRE M. M a teriale di protezione distribuito prioritariamente al sistema sanitario, alle strutture delle forze dell ’ ordine e della protezione civile , nonchè agli operatori dei servizi di trasporto e della grande distribuzione , così come deciso in seno all ’ Unità di crisi sulla base della valutazione dell ’ esposizione al rischio e della funzionalità operativa. Sono quindi seguiti gli interventi dei vari Consiglieri regionali che hanno espresso valutazioni sulla gestione dell ’ emergenza Covid 19 in regione, avanzato proposte operative e chiesto informazioni al Presidente della Regione su alcuni punti specifici della varie azioni di contenimento del contagio . In particolare hanno preso la parola i Consiglieri Facciolla, Fanelli, Iorio, Primiani, Nola, Calenda, Manzo, Scarabeo , Tedeschi, De Chirico , A. Romagnuolo , N.E. Romagnuolo , Fontana, Greco , Di Lucente , Matteo e il Sottosegretario Pallante Tutti i Consiglieri, con sfaccettature diverse ma con eguale pathos , hanno espresso gratitudine e vicinanza per tutti coloro i quali si stanno impegnando , in vari modi e funzioni, con grande coraggio e solidarietà , nelle varie operazioni di sostegno alla popolazione molisana in questo particolare momento della storia della regione. ​Il Presidente della Giunta, ringraziando per il clima collaborativo e dialettico , comunque costruttivo registrato nel dibattito di oggi, ha dato notizia di voler portare in seno alla seduta dell ’ Unità di crisi di questo pomeriggio gli spunti e le proposte oggi giunti dai vari interventi ascoltati.

Commenti Facebook