Grecia, Tsipras: «Mi dimetto». Ai greci: «Ora tocca a voi decidere»

663

La mossa del premier greco dopo la spaccatura dentro Syriza sull’ok al terzo piano di aiuti. «Voglio un mandato forte per un governo stabile». Al voto il 20 settembre   da www.corriere.it

 Alxis Tsipras lascia. In diretta tv il premier greco ha annunciato le sue dimissioni e quindi la nuova convocazione dei cittadini alle urne. «Ho la coscienza a posto, ho combattuto per il mio popolo», ha detto ancora Tsipras che ha già rimesso il mandato al presidente della Repubblica Prokopis Pavlopoulos. Già fissata la data del voto: il 20 settembre. Borsa in calo «Mi dimetto – ha aggiunto Tsipras – perché ho esaurito il mandato che mi è stato dato nelle elezioni di gennaio». Come spiega il sito on line di Kathimerini, la mossa del primo ministro è la risposta definitiva alla spaccatura che si è creata dentro il suo partito, Syriza, dopo l’approvazione del terzo piano di salvataggio da 86 milioni passato in parlamento con i voti dell’opposizione. Syriza ha 149 seggi su 300 e i «dissidenti» sono 44 .

«Le elezioni, ho sentito dire, si avvicinano», ha confermato il ministro delle Finanze, Euclides Tsakalotos. Anche il ministro dell’Ambiente, Panos Skourletis, ha affermato a Ert1 che «nessuno può ignorare» che il governo del primo ministro Alexis Tsipras ha perso la maggioranza alle ultime votazioni in Aula. Intanto la Borsa di Atene chiude in calo. L’indice Ase cede il 3,52% portandosi a 651,56 punti. Mentre la Banca Centrale Europea conferma il pagamento dei debiti da parte di Atene, dopo l’erogazione della prima tranche di aiuti per 13 miliardi da parte dell’Esm. Il migliore accordo possibile Nel suo discorso il premier greco ha rivendicato il raggiungimento di alcuni obiettivi.

«Con i creditori internazionali la Grecia non ha ottenuto l’accordo che voleva ma è stato il migliore accordo possibile viste le circostanze», ha sottolineato il premier. Tsipras ha poi annunciato di aver inviato una lettera al presidente del Parlamento europeo Schulz per chiedere «la sua partecipazione nel programma greco per affrontare in modo più democratico le nuove misure di austerità». Questa difficile fase di negoziati, ha aggiunto Tsipras, «è finalmente finita» e ha poi aggiunto «siamo obbligati a rispettare l’accordo ma combatteremo per mitigarne le conseguenze avverse».

I greci, ha poi spiegato il premier uscente, «giudicheranno l’accordo sul prestito con il loro voto» per poi precisare che la Grecia molte «battaglie difficili che richiedono un mandato chiaro». Tsipras ha infatti chiesto «un mandato forte per un governo stabile, insieme alla società che vuole riforme progressiste».  Già fissata la data del voto: il 20 settembre.

Commenti Facebook