I sindacati diffidano il Neuromed: ritardi nel pagamento degli stipendi ai dipendenti

1352

I lavoratori e le lavoratrici dipendenti della IRCSS-NEUROMED di Pozzilli sono pienamente consapevoli dell’attuale momento politico/economico in cui si trova la Sanità Molisana ma considerano anche che i ritardi della corresponsione degli stipendi, come riferito, sono da ascriversi ai ritardi dei trasferimenti finanziari da parte della Regione Molise.Il perdurare di tale ritardo determina un grave nocumento alla dignità personale e rilevanti disagi sotto l’aspetto sociale ed economico ai dipendenti tutti che, non di rado, costituiscono l’unico mezzo di sostentamento della propria famiglia. Si richiama anche il fatto che il mancato pagamento dello stipendio, rappresenta un inadempimento grave del datore di lavoro, motivo per il quale il lavoratore non solo ha diritto al pagamento degli interessi sullo stipendio pagato in ritardo ma anche al risarcimento dei danni derivanti dal fatto che nel frattempo non è stato in grado di far fronte ai suoi impegni economici (es. pagamento della rata del mutuo, pagamento delle bollette, mantenimento dei figli, ecc.).

Le scriventi OO.SS. di categoria, Cgil FP, Cisl FP e Uil FP,  si sono attivate per l’opportuna azione mediatrice e di tutela e

INVITANO
le SS.LL. ad intervenire senza indugio:

·    Per la corresponsione degli emolumenti arretrati;
·    Per assicurare, per il futuro, l’erogazione degli stipendi nei tempi stabiliti dalla clausola contrattuale di cui all’ Articolo 56 – CCNL del 22/03/2012 e s.m.i. : “ La retribuzione deve essere corrisposta al lavoratore in una data stabilita, comunque non oltre il 10° giorno lavorativo successivo alla fine di ciascun mese”.

Con espresso avvertimento che in assenza di positivi riscontri, entro 7 gg. dalla ricezione della presente, la scrivente si riserva di adottare tutte le opportune iniziative per la tutela dei diritti ed interessi dei lavoratori.

Commenti Facebook