Cascate del Carpino e Cascata di Roccamandolfi, per il ciclo “Le Vie dell’Acqua”. Passeggiata naturalistica a cura di Molise Noblesse e Filitalia

428

Tornano Le vie dell’Acqua, ciclo di escursioni firmate Molise Noblesse, per Turismo è Cultura 2020. La promozione territoriale è, da sempre, una prerogativa di Molise Noblesse, Movimento per la Grande Bellezza, guidato da Mina Cappussi e sostenuto da numerosi partner locali e internazionali. Dopo aver iniziato un viaggio tra i caratteristici boschi molisani, i ragazzi di Molise Noblesse e Filitalia Chapter Bojano hanno pensato di dare spazio ad un’altra grande protagonista della regione Molise: l’acqua, componente fondamentale per tutti gli organismi viventi presenti sul pianeta.

L’escursione guidata alle Cascate di Carpinone e alla Cascata di Roccamandolfi, passando per il Ponte Tibetano, prima tappa di della seconda stagione di questa serie, si terrà martedì 4 agosto ore 9.00.


La Cascata di Carpinone
Definite dal FAI, Fondo Ambiente Italiano, uno degli spettacoli più affascinanti della natura del luogo, le cascate sorgono in un piccolissimo borgo molisano, circondate da un bosco quasi fiabesco. “La cascata di Carpinone sta diventando una delle maggiori attrattive naturali del Molise, grazie anche ad gruppo di volontari che, da qualche anno, ne stanno curando l’aspetto per renderla accessibile a tutti e non solo ai pochi appassionati o sprezzanti del pericolo… è troppo bella per lasciarla lì da sola!” – si legge sulla pagina FAI dedicata al sito – “Nasce per regalo della natura ed è raggiungibile percorrendo diversi sentieri, tutti immersi nel verde brillante molisano e tutti tracciati con segnaletiche di legno realizzate a mano, proprio per non intaccare il suggestivo panorama”.


Cascata di Roccamandolfi e Ponte Tibetano
Seguendo il sentiero della Via dell’Acqua, si giunge a Roccamandolfi. Nel meraviglioso borgo della provincia di Isernia, si visiteranno il Ponte Tibetano e la Cascata ad esso vicina. Immerso nel verde, circondato da pareti rocciose, sorge il Ponte Tibetano, parte del ‘Sentiero dei pastori’, capolavoro metallico grazie al quale si possono fare passeggiate adrenaliniche ad alta quota, sospesi nel vuoto. A pochi passi, circondata da una folta vegetazione, è situata la Cascata del torrente Callora, una delle rappresentazioni più concrete dalla forza della natura, un forte getto d’acqua che sgorga dalla parete rocciosa.

Programma
Ritrovo ore 9.00 presso la sede del quotidiano internazionale UMDI – Un Mondo D’Italiani, in piazza G. Paolo II, località Terre Longhe, Bojano (CB). Ore 9.30 arrivo nel borgo di Carpinone ed inizio escursione guidata verso le Cascate. Ore 11.00 partenza per Roccamandolfi. Ore 11.30 inizio escursione per il Ponte Tibetano e la Cascata. Possibilità di pranzo al sacco. Si raccomanda abbigliamento comodo, scarpe da trekking, gel igienizzante e mascherina. L’evento è gratuito ed aperto a tutti, si svolgerà all’aperto, nel rispetto della normativa Covid e del distanziamento sociale.

Commenti Facebook