Autovelox di Pozzilli illegittimo. Fiadel: anche la Prefettura ci da ragione

123

L’Associazione F.I.A.D.E.L. è più volte intervenuta, a mezzo comunicati stampa, diffide e ricorsi vari, per contrastare l’uso degli Autovelox sulle strade statali e provinciali da parte dei Comuni, soprattutto quando questi hanno trasformato e trasformano l’uso in abuso, senza il rispetto delle regole e comunque con il solo intento di fare soldi e giammai la prevenzione e l’educazione stradale.


Purtroppo per avere ragione ed abbiamo avuto sempre ragione, abbiamo dovuto fare ricorso alle vie giudiziarie, perchè abbiamo avuto una Prefettura che, ad eccezione del periodo in cui la stessa veniva retta dal Prefetto f. f. Dott.ssa Caterina Valente, funzionario altamente competente, ci ha sempre dato torto e ci è apparsa sempre schierata dalla parte dei Comuni, costringendoci ad adire le vie giudiziarie.


Con grande soddisfazione prendiamo atto del cambiamento di tendenza della Prefettura stessa, che, riguardo all’autovelox mobile che il Comune di Pozzilli è solito installre sulla Strada Statale n. 85 venafrana, all’altezza dell’incrocio con la Strada di Bonifica Armieri (ex Precal), ci ha dato pienamente ragione.


Infatti, ha accolto la nostra tesi dando torto al Comune di Pozzilli che si era costituito depositando un vero e proprio dossier per difendere l’indifendibile.


Pertanto, ben venga la decisione della Prefettura pentra che ha agito da organo super partes, giudicando in maniera obiettiva e seria, dichiarando, appunto, la illegittimità delle modalità di rilevamento della velocita dei veicoli da parte del Comune di Pozzilli lungo la predetta strada statale.


Il Segretario FIADEL di Isernia
(Feliciantonio Di Schiavi)

Commenti Facebook