Ministero dell’Interno: Bando di Concorso a 200 posti per l’accesso alla qualifica iniziale della carriera prefettizia

966

Il Ministero dell’Interno ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, finalizzato alla selezione di 200 prefetti per l’accesso alla qualifica iniziale della carriera prefettizia. La selezione pubblica è rivolta a laureati, non serve esperienza. Il bando scade il 19 Dicembre 2019.
Gli inserimenti avverranno in diverse Prefetture in tutta Italia. Le Prefetture – Uffici territoriali del Governo di prima assegnazione verranno individuate in relazione ai posti di funzione che saranno disponibili alla conclusione del corso di formazione iniziale.
Si precisa che il 10% dei posti è riservato ai dipendenti dell’Amministrazione civile dell’interno inquadrati nell’Area funzionale terza (ex area funzionale C) in possesso di una delle lauree indicate nel bando e con almeno due anni di effettivo servizio.

Requisiti:
– cittadinanza italiana;
– età non superiore a 35 anni (il limite viene elevato per alcune categorie previste dal bando);
– possesso delle qualità morali e di condotta richieste per l’impiego pubblico;
– posizione regolare nei confronti degli obblighi militari;
– godimento dei diritti politici;
– idoneità fisica all’impiego;
– non essere stati esclusi dall’elettorato attivo;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
– non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale;
– non avere a proprio carico condanne penali;
– non essere stati sottoposti a misure di prevenzione

Inoltre è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
Laurea magistrale appartenente ad una delle seguenti classi:
– LMG/01 giurisprudenza;
– LM-62 scienze della politica;
– LM-52 relazioni internazionali;
– LM-63 scienze delle pubbliche amministrazioni;
– LM-56 scienze dell’economia;
– LM-77 scienze economico-aziendali;
– LM-88 sociologia e ricerca sociale;
– LM-87 servizio sociale e politiche sociali;
– LM-90 studi europei;
– LM-84 scienze storiche.
Laurea specialistica appartenente ad una delle seguenti classi:
22/S giurisprudenza;
– 102/S teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica;
– 70/S scienze della politica;
– 60/S relazioni internazionali;
– 71/S scienze delle pubbliche amministrazioni;
– 64/S scienze dell’economia;
– 84/S scienze economico-aziendali;
– 89/S sociologia;
– 57/S programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali;
– 94/S storia contemporanea;
– 99/S studi europei.
Diploma di laurea in:
– giurisprudenza;
– scienze politiche;
– scienze dell’amministrazione;
– economia e commercio;
– economia politica;
– economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali;
– sociologia;
– storia.
Sono ammesse altresì altre lauree equipollenti rilasciate da università o istituti di istruzione universitaria equiparati.


BANDO

Commenti Facebook