La Dad? Gli antesignani due filantropi molisani in Argentina

118

È stata la famiglia Di Tella, radicata in Argentina ma di origine molisana, a sperimentare, come antesignana, la didattica a distanza (Dad) già agli inizi degli anni Novanta. È quanto ha ricordato l’economista e accademico Giulio Sapelli nel corso della trasmissione “Quarta Repubblica” su Retequattro.

Torcuato Di Tella, nato a Capracotta (Isernia) nel 1892, emigrò in Argentina a soli 13 anni. Dopo la laurea in ingegneria, diventò imprenditore di successo prima nel settore petrolifero, poi nella fabbricazione di macchinari industriali ed elettrodomestici, con oltre diecimila dipendenti e una posizione leader in tutto il Sud America.

I due figli Torcuato e Guido, entrambi diventati ministri (il primo è stato anche ambasciatore argentino in Italia), hanno fondato l’Università “Torcuato Di Tella” dove sono stati precursori della didattica a distanza, oggi tanto citata nel dibattito sulla scuola.

L’associazione “Forche Caudine”, storico circolo dell’emigrazione molisana, ha voluto rilanciare questa nobile storia di emigrazione, avendo anche organizzato negli anni scorsi un incontro pubblico con Torcuato Di Tella.

Commenti Facebook