“La dieta mediterranea, un viaggio nella buona salute”, terminato il percorso del GAL Innova Plus a Colletorto

378

Il 20 novembre 2013 le classi quarta e quinta della scuola primaria dell'Istituto comprensivo Francesco Jovine - plesso di Colletorto, hanno partecipato al laboratorio didattico "La dieta mediterranea: un viaggio nella buona salute", presso la fattoria didattica “Angelo D'Uva” di Larino, a conclusione di un percorso di educazione alimentare realizzato nell'ambito del progetto di cooperazione trasnazionale Leader "Rete degli Itinerari gastronomici e cultura del gusto", attuato dal Gal Innova Plus, in collaborazione con partenrs calabresi, pugliesi, greci e portoghesi.

Tra il Gal Innova Plus e l'Istituto comprensivo Francesco Jovine è stato sottoscritto un protocollo d'intesa funzionale alla realizzazione dell’attività WP4 “Educazione alimentare e consumo sostenibile nelle scuole primarie con il coinvolgimernto degli alunni, delle famiglie e degli insegnanti”  del progetto “Itinerari”, che prevedeva il coinvolgimento degli alunni delle scuole elementari in attività riguardanti l’educazione alimentare e la conoscenza dei prodotti enogastronomici locali, attraverso l’ideazione e realizzazione di elaborati grafici sui temi progettuali e la partecipazione a specifici laboratori.Gli alunni, sotto la guida dei propri insegnanti, hanno inventato una favola, rappresentandola sotto forma di fumetti, inerente una delle produzioni più importanti e caratterizzanti il territorio di Colletorto e in generale l’area Leader di riferimento: l’Oliva nera di Colletorto e la sua trasformazione in olio extra-vergine di oliva, evidenziando le importanti proprietà del prodotto ai fini di una dieta equilibrata e sana.La partecipazione al laboratorio didattico “La dieta mediterranea: un viaggio nella buona salute” ha rappresentato, invece,  un momento di formazione e di divertimento per i bambini, che giocando con i cinque sensi (udito, tatto, olfatto, vista, gusto) si sono cimentati nella descrizione e degustazione di quattro alimenti tipici della dieta mediterranea, guidati dagli esperti Enrica Luciani – responsabile della fattoria didattica – e Marco Tagliaferri – medico nutrizionista.
I 26 alunni delle classi quarta e quinta sono stati divisi in gruppi e il  nutrizionista, Marco Tagliaferri, ha raccontato loro una favola per introdurre i criteri di una corretta alimentazione, e, successivamente, si è passati alla prova pratica, che ha visto come protagonisti i “mandarini”, i “finocchi”,  il “formaggio” e il “pane”. I ragazzi sono diventati – sotto l’esperta guida di Enrica Luciani -  dei “piccoli degustatori” in grado di descrivere con “competenza e professionalità” la freschezza dei prodotti, il sapore, l’odore, il colore e la consistenza degli stessi. A corredo di tutto il dottor Tagliaferri – con grande comunicativa e chiarezza -  ha fornito informazioni sul contenuto in vitamine, proteine, grassi e zuccheri degli alimenti esaminati.
Dopo la pausa pranzo le attività si sono concluse con la lettura e l’interpretazione delle etichette di alcuni prodotti confezionati e la divertente consegna degli attestati di partecipazione ai bambini da parte di “Fino” il contadino.Lo scorso 5 dicembre 2013 tutti i partners del progetto hanno presentato a Bruxelles, presso la sede dell’UE, i risultati delle attività di educazione alimentare realizzate sui rispettivi territori. Per il Gal Innova Plus hanno partecipato il consigliere di amministrazione Fausto Tosto e l’insegnante dell’Istituto Comprensivo “Francesco Jovine” Valentino Macchiagodena.

Commenti

commenti