Inaugurazione dell’apertura del Campus “Villaggio della Solidarietà” dell’Uici Molise

1038

La presidenza dell’ UICI Molise annuncia che  il giorno sabato 19 luglio 2014 nella struttura polifunzionale del Corpo Forestale dello Stato, nella Riserva Naturale Orientata Mab di Montedimezzo (Vastogirardi)  alla presenza dei Quadri dirigenti dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti Onlus Molise, degli educatori-operatori del Campus, dei Soci e delle autorità, nonché dei dirigenti del Corpo forestale dello Stato terrà l’inaugurazione dell’apertura del Campus “Villaggio della Solidarietà – Tortoreto Lido 2014”.
L’iniziativa ha  rilevanza sociale e umana poiché si rivolge alle famiglie ed ai cittadini colpiti da disabilità sensoriali e motorie. Da tempo l’UICI Molise è impegnata nella progettazione e realizzazione di attività abilitative, riabilitative allo scopo di includere dignitosamente le persone maggiormente fragili, persone che nonostante la situazione di disabilità sensoriale e/o motoria hanno il bisogno, oltre che il desiderio, di sentirsi parte dinamica e attiva della società civile al pari dei loro amici, dei parenti, dei compagni di scuola e di lavoro.

In questa occasione, Condidorio chiederà di affrontare il tema del Turismo accessibile, tematica questa cara non soltanto allo stesso Condidorio ma all’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti tutta.  Non è un caso che ultimamente l’UICI Molise per tramite del suo presidente regionale Marco Condidorio ha sottoscritta una convenzione con la Presidenza nazionale di Fiaba – Federazione italiana per l’abbattimento delle barriere architettoniche sostenuta e sottoscritta anche dal messaggero Fiaba per la regione Molise, Maurizio Varriano.

E’ a tutti noto come in Molise, in località di Montedimezzo, nel 2003 sia stato realizzato e inaugurato il percorso autoguidato, fruibile e accessibile dai disabili sensoriali e motori, quale esempio di civiltà e turismo accessibile riguardante un sito museale e di relax, dedicato a tutti e tuttavia fruibile e accessibile anche dalle persone in situazione di disabilità., grazie all’apporto progettuale ed essenziale della presidenza UICI Molise e della sede provinciale dell’UICI di Isernia.

Il tema dell’accessibilità vorremmo poterlo trasformare in realtà fruibile nei diversi momenti che costituiscono la quotidianità per ogni cittadino. Oltre al turismo, infatti, vi sono criticità nella fruizione della cultura in tutte le sue diverse manifestazioni, forme e contenuti; nell’istruzione per quanto concerne l’uso dei libri di testo e delle diverse tecnologie; nella formazione relativamente a percorsi idonei e decisamente inclusivi per il mondo del lavoro e per la libera professione; nello sport e in tante altre occasioni.
Le barriere invadono in maniera, il più delle volte “irreversibile”, la libertà di movimento, d’azione e di pensiero; sono ostacoli sensoriali e fisici imposti da un pensiero ristretto, “coatto”, che impedisce liberamente la visuale di quegli orizzonti verso i quali lo spirito umano per sua natura tende. La libertà della persona ha origine nelle possibilità di cui , naturalmente, godono il corpo e la mente e di cui il cervello è attento ed onesto osservatore, sempre che non vi sia chi decida per lui.
L’accessibilità, così come la fruibilità, debbono diventare il pensiero condiviso a fondamento di una cultura della libertà che sia inclusiva e che affermi il principio quale  diritto d’ogni persona di poter scegliere liberamente e non in modo “coatto” e/o di non poter scegliere affatto, ma di doversi, semplicemente, e disperatamente accontentare.
La partecipazione all’incontro  – che avrà inizio alle ore 9:30 presso la Sala multimediale della Riserva naturale orientata Mab ( Ufficio territoriale per la biodiversità Corpo Forestale dello Stato ) – è  libera e gratuita.

Commenti Facebook