Aria irrespirabile alla Madonnella di Venafro. Le autorità competenti tacciono

542

L’Associazione Civica Città Nuova comunica di aver inviato in data odierna una richiesta di incontro pubblico, tramite lettera raccomandata ai soci della IMPREDIL SRL (Annamaria Di Fusco e Domenico D’agostino, soci; Vincenzo Colella, amministratore unico), proprietaria dell’impianto di agglomerati bituminosi nei pressi del C.C. La Madonnella di Venafro, che da giorni emette nell’aria un fumo puzzolente che rende l’aria stessa irrespirabile. Nonostante gli esposti e le denunce presentate dal Sindaco di Venafro, le autorità competenti tacciono o giocano allo scaricabarile.

Ma con la salute dei cittadini non si dovrebbe affatto scherzare. Tra l’altro ci dispiace che quella componente politica che da sei mesi a questa parte ha assunto le difese della legalità e della giustizia della città di Venafro, fin’ora sull’episodio in questione non ha saputo fare altro che tacere. Invece apprendiamo positivamente una nota dell’assessore regionale Massimiliano Scarabeo, postata su facebook, che invita le parti politiche competenti ad unirsi in un’unica voce per porre rimedio all’ennesimo scempio ambientale del nostro territorio. Speriamo che a questo appello vorranno unirsi in tanti, a prescindere dai colori politici. La missiva è stata inviata per conoscenza anche al Sindaco di Venafro, all’Assessore provinciale e all’Assessore regionale all’ambiente, al Prefetto di Isernia. Attendiamo speranzosi un riscontro!!!

Città Nuova Il Presidente
Giuseppe Notte

Commenti Facebook