Campobasso/Verso il prossimo consiglio comunale, D’Alessandro: ‘si affrontino i problemi attuali e si pensi ad aiutare l’economia locale”

155

“La situazione dei contagi diventa sempre più preoccupante anche in Molise. Centinaia i positivi al coronavirus ed i conseguenti provvedimenti assunti dal Governo centrale non fanno altro che inginocchiare l’economia nazionale e locale inesorabilmente.

Una economia che potrebbe non ripartire più”: così la consigliera comunale della Lega, Maria Domenica D’Alessandro dopo l’ultimo Decreto firmato dal premier Giuseppe Conte che impone un semi-lockdown per un mese, colpendo commercianti, comparto sportivo e cultura. Considerazioni avanzate pure in vista del prossimo Consiglio a palazzo San Giorgio (28 ottobre).

Proprio nella prossima riunione dell’assise, infatti, è stato inserito un ordine del giorno, da parte del Movimento 5 Stelle, a sostegno del Disegno di Legge contro l’omo-bi-trasfobia (questione in discussione in Parlamento). Una tematica di grande rilevanza ma che attualmente, dato il momento drammatico generale, si pone in secondo piano.


Per l’esponente di centro destra, ora, urge pensare alle sorti di sanità ed economia. “La prima – ha sottolineato – potrebbe collassare se le condizioni degli individui infetti dovesse aggravarsi e le terapie intensive dovessero improvvisamente riempirsi. La seconda interessa ugualmente l’intera comunità. Imporre nuovamente chiusure ad attività commerciali grava implacabilmente sul futuro delle stesse.

È per questo che ho già sollecitato sindaco e maggioranza a studiare proposte concrete per soccorrere i commercianti in estrema difficoltà. La città di Campobasso, come tanti altri luoghi, sta pagando lo scotto di scelte politiche inopportune, sbagliate.

Il territorio chiede, costantemente, interventi ed è doveroso dare risposte. Ristoranti, bar, palestre, centri termali, impianti sportivi, cinema, teatri e così via, sono nuovamente al centro di restrizioni che sfiduciano e riportano al vecchio fermo. Non possiamo abbandonare nessuno, è nostro dovere rimanere accanto a chi ha già perso troppo scongiurando l’ipotesi che perda tutto”.

Commenti Facebook