L’intervento/ Vacanze primaverili, le stime fanno ben sperare gli addetti ai lavori

117

di Massimo Dalla Torre
Sono oltre 6,5 milioni le presenze previste negli agriturismi italiani in questi periodi dal volto mutevole, causa le avversità meteorologiche con un aumento stimato dell’8% rispetto allo scorso anno.

Questa, e’, la stima fatta dalle agenzie specializzate in materia turistica. Stime secondo cui le mete più gettonate sono quelle vicine al mare e alla montagna o in prossimità delle città d’arte. Per facilitare la scelta, a tal riguardo tempo fa fu realizzata “un’app” che permetteva un approccio facilitato con tutto quello che ineriva al desiderio di evasione dalla routine quotidiana. Andando a guardare l’indice di gradimento di chi va in vacanza l’aumento dei flussi turistici, premia le realtà che hanno saputo meglio variare e innovare l’offerta.

Dal punto di vista geografico in grande crescita le presenze nel mezzogiorno lungo le coste e nelle aree archeologiche dove sono sorti numerosi agriturismo. I quali, hanno, la capacita di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche tantè che la qualità più apprezzata dagli ospiti è la ristorazione che trova il connubio perfetto con i servizi innovativi riservati ad ambientalisti, amanti dell’’equitazione, del tiro con l’arco, del trekking o attività’ culturali e naturalistici, ma anche corsi di cucina e wellness.

Infatti, molti agriturismi si sono attrezzati con l’offerta di alloggio e di pasti completi, di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper il tutto completato dall’acquisto di prodotti aziendali. Andando a guardare le percentuali, il 70% dei vacanzieri visita frantoi, malghe, cantine, aziende, sagre o mercati per acquistare prodotti locali a chilometri zero ottimizzando in questo modo il rapporto prezzo/qualità ma anche per conoscere la storia, la cultura e la tradizione.

A fare la differenza anche la vendita che e’ accompagnata dalla possibilità di assaggi e degustazioni guidate. Per far fronte alle offerte altamente variegata l’app denominata “farmersforyou” mette in connessione gli imprenditori agricoli con i vacanzieri. A tal riguardo e’ possibile scegliere gli agriturismi dove poter soggiornare, e visitare i mercati, le fattorie e le botteghe dove acquistare il vero made in Italy agroalimentare, ma anche i ristoranti che offrono menù con prodotti acquistati direttamente dagli agricoltori aderenti alle singole categorie prima fra tutti la Coldiretti che, da sempre, punta sulla qualità sia dei prodotti sia del territorio vero connubio vincente per il rilancio del turismo anche quello fai da te.

Commenti Facebook