Eseguito arresto per oltraggio, resistenza, lesioni e minacce a Pubblico Ufficiale

1002

Nel pomeriggio di ieri,  personale della  Squadra Volante della Questura di Campobasso  ha tratto in arresto V.A.,  residente nel capoluogo,  a seguito di intervento per  lite in abitazione. L’uomo, infatti,   in preda ad un profondo stato di alterazione psico-fisica, aveva aggredito  verbalmente  la  sua  compagna ed  il figlio di costei,  tanto da indurre la donna   a  richiedere l’intervento della Polizia  per evitare il peggio.
Gli operatori intervenuti presso tale nucleo familiare,   nel tentativo  di ricondurre l’uomo alla calma,   venivano  a loro volta  insultati  ed  aggrediti. Il V.A.,  infatti,  in preda ad  attacchi collerici ed esternazioni violente,  poneva in essere  un protratto comportamento ostile  ed oltraggioso verso gli operatori,  scagliando  al loro indirizzo  persino  due pesi da palestra da 4  kg cadauno. Motivazioni,  esse,   che inducevano il personale operante,  con non poche difficoltà,  a bloccare  V.A.  e  condurlo negli uffici della Questura  ove,  peraltro,  si rendeva necessario l’intervento dei  sanitari del  118. A tal punto   gli  uomini  delle volanti,  valutate  le  situazioni ed comportamenti del fermato,   lo  traevano in arresto  nella flagranza  dei reati di  oltraggio,  resistenza,   lesioni  e  minacce  a  Pubblico Ufficiale.   Al termine delle formalità di rito,   l’uomo veniva posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria  procedente.

Commenti Facebook