Covid -19/ Da Napoli un farmaco che fa ben sperare

437

Una speranza arriva, seppure in fase sperimentale. Grazie ad una collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera dei Colli e Istituto Nazionale Tumori Irccs Fondazione Pascale, alcuni pazienti affetti da polmonite severa Covid 19 e ricoverati all’ospedale Cotugno, sono stati trattati con Tocilizumab, un farmaco che viene solitamente utilizzato nella cura dell’artrite reumatoide ed è farmaco di elezione nel trattamento della sindrome da rilascio citochimica dopo trattamento con le cellule CAR-T. Il professore Asciento presidente della Fondazione Melanoma e Direttore dell’Unità di Oncologica e Terapie innovative dell’Istituto Nazionale Tumori irccs Fondazione Pascale di Napoli, ha avuto questa intuizione. Inoltre il professore ha informato che  l’azienda che produce il farmaco, la Roche lo ha messo gratuitamente a disposizione  per 600 trattamenti. I pazienti su cui è stato testato il farmaco, utilizzato per curare l’artrite reumatoide, sono ancora pochi, sei, ma i risultati fanno ben sperare.

L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha inoltre attivato, in collaborazione con l’Ema, l’ente regolatorio europeo dei medicinali, una ‘fast track’, un iter veloce che consente, nel caso vengano alla luce dati su nuovi farmaci efficaci per combattere Covid-19, di approvarne l’uso negli ospedali in poche ore. I requisiti sono la disponibilità di dati sulla sicurezza dell’impiego nell’uomo . Inoltre sono allo studio, almeno 30 vaccini nel mondo, fra cui uno in fase molto avanzata in laboratori italiani, a Pomezia.

Sicuramente in un clima di paura, di sacrifici e restrizioni come questo la notizia non può che farci sperare in una soluzione che sembrava molto lontana.

Commenti Facebook