Ricettazione e falsità in scrittura privata , denunciato 36enne

991

La Polizia di Stato di Campobasso ha denunciato a piede libero C.N., di anni 36, responsabile del reato di ricettazione, falsità in scrittura privata ed altro.
All’esito di approfondite indagini coordinate dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Larino, l’uomo, come appurato dal personale della Polizia Anticrimine del Commissariato P.S. di Termoli, dopo essersi impossessato del carnet di assegni e del tesserino bancomat di un’ignara persona anziana, falsificava la firma di quest’ultima, accreditandosi sul proprio conto corrente diverse somme di denaro fino a raggiungere la somma di circa 14.000 euro. Così facendo, prosciugava interamente il conto dell’anziano che, presa coscienza di quanto accaduto, denunciava i fatti agli uomini del Commissariato di Termoli.
Il P.M. di Larino, Federico Carrai, condividendo interamente l’attività d’indagine svolta e su richiesta della Polizia Giudiziaria, emetteva decreto di sequestro preventivo al fine di recuperare il denaro rubato. In fase di esecuzione, pur non trovando sul conto la somma sottratta, veniva accertato l’utilizzo del conto orrente postale per l’attività illecita e veniva recuperato il tesserino bancomat rubato insieme al carnet di assegni, rimasto ancora nella disponibilità dell’indagato.

Commenti Facebook