Palombo (PD): quali politiche industriali la Saint-Gobain intende mettere in campo in Molise?

1193

Con una nota datata 31 marzo 2014 esortavo l’Assessorato al Lavoro della Regione Molise a riconvocare il tavolo riguardante la situazione dell’impianto Saint-Gobain di Montenero di Bisaccia al fine di cercare una soluzione condivisa per tentare di salvaguardare l’impianto produttivo e i lavoratori. Nella nota sopracitata oltre a proporre una soluzione per risolvere il problema della scadenza degli ammortizzatori sociali per i lavoratori, indicavo anche la possibilità di trovare qualche soggetto imprenditoriale che avesse intenzione di investire nell’impianto di Montenero; ovviamente in accordo con la proprietà. Quest’ultima infatti sin dal gennaio 2013, data in cui decise la chiusura del sito, pose la questione della propria e legittima riorganizzazione aziendale in relazione alla grave crisi del settore come chiave di lettura per comprendere la decisione di chiudere l’impianto in questione; confermando invece la bontà del sito e dell’impianto, cosa che tra l’altro è ampiamente confermata dagli esperti del settore i quali riconoscono la produzione di ottimi prodotti al sito in oggetto. In quest’ottica, la proposta di trovare un altro soggetto imprenditoriale che potesse rilevare in qualsiasi forma il sito, sarebbe risultata conveniente a tutti. Quanto detto fu ribadito e riproposto durante il tavolo che venne riconvocato dall’Assessorato al Lavoro del Molise il 28 aprile 2014. In quest’occasione i rappresentanti della Saint-Gobain, oltre ad assumersi degli impegni nei confronti dei propri lavoratori così come da verbale, ribadirono la disponibilità dell’azienda ad incontrare eventuali soggetti interessati al sito di Montenero col fine di salvare un impianto in cui qualcuno potesse ancora intravedere una qualche forma di sviluppo. Nei due mesi che sono susseguiti, si è avuta una manifestazione d’interesse da parte di un imprenditore, il quale ha giustamente chiesto di avere la possibilità di visionare l’impianto. Ad oggi questa possibilità non è stata nei fatti concessa dalla Saint-Gobain, la quale ha prodotto come unico risultato una perdita di tempo vitale in queste occasioni soprattutto in un momento di congiuntura economica di crisi e scarsità degli investimenti.

Sulla base di quanto asserito, mi associo a quanto affermato oggi dalla FILLEA-CGIL Molise e ribadisco la necessità di avere spiegazioni sull’accaduto e più in generale sulle politiche industriali che la Saint-Gobain intende mettere in campo in Molise.

Commenti Facebook