Fiba Balneatori: riqualificazione del Lungomare Nord, non è proprio come dice il Sindaco

414

Il Comune di Termoli dall’incontro avuto con i Balneari, ha evidenziato   in un  comunicato   che ” il progetto di riqualificazione del secondo tratto del lungomare nord è un’iniziativa che ha riscosso subito l’unanime apprezzamento da parte dei  balneatori… Per completezza d’informazione è doveroso qualche chiarimento ed integrazione alla nota comunale.

Ritengo che una visione di pochi minuti e una veloce  illustrazione  di un progetto così complesso   non basti   per rilasciare  dichiarazioni di “unanime apprezzamento”! Piuttosto si dica che ,a seguito degli altri argomenti in discussione, ci siamo riservati di approfondire la conoscenza del progetto, insieme ai  tecnici, nella settimana successiva

-Molto più importante era invece riportare nella nota stampa , il prosieguo della discussione che ha visto ,ancora una volta ,ribadire al Sindaco  l’errata scelta del senso unico sul  primo lotto del  lungomare nord, la riduzione di circa il 50% dei parcheggi attuali, (tra l’altro questa è stata una operazione “inganno”, perché  in fase di presentazione del progetto ), ci era stato assicurato dal Sindaco che i lavori di riqualificazione non prevedevano nessuna perdita di posti  parcheggio
-Nelle nostre valutazioni, è stata  ribadita  la posizione sindacale per una diversa allocazione dei Chioschi sul lungomare,  è stato fatto rilevare se le attività commerciali  entravano in contrasto con i servizi  offerti  dagli  stabilimenti balneari e ,se sì,  invitati a ricercare ed  individuare aree più corrispondenti e magari commercialmente dislocate(distaccate da altre) tali da essere un giusto compromesso  piuttosto che  posizionarli a ridosso dei lidi o altre attività presenti nella zona
-Si è puntualizzato sui rischi e sui  danni del progetto di riqualificazione(così come in realizzazione) e  rimanifestato, come più volte fatto con il  sindaco  e  responsabili  dell’amministrazione, di adottare  tutte le soluzioni alternative e di buon senso per un  piano dei  chioschi organico, individuare aree per nuovi  parcheggi, abbandonare il progetto del senso unico ripensando ad una viabilità utile alla città , che  non allontani ma favorisca la frequentazione del lungomare .
Di questo ,più o meno pacatamente, si è parlato.
Senza gli interventi  da noi richiesti, si assisterà  ad un lento declino  delle  strutture balneari  centrali a favore di quelle   periferiche; le imprese balneari interessate dalla riqualificazione , di  fronte al senso unico, ai perduti e già pochi parcheggi ,al posizionamento dei chioschi ,vedranno  un drastico ridimensionamento delle presenze-Le strutture balneari non saranno più nella condizione  ideale per ispirare fiducia alla clientela, ampliare e investire come molla di progresso,demotivati e  in una condizione economica   tale da mettere a rischio il  futuro stesso dell’azienda-
Non c’è competizione senza  la  stessa opportunità ,senza quei servizi che fanno la differenza tra chi fa utili e chi  è destinato a soccombere-
C’è tempo ancora per riflettere,per correre ai ripari; ancora una volta oggi, con serenità  d’intento si invoca  un cambio strategico dei lavori in corso , nell’interesse di chi vive e lavora sul lungomare, dei residenti,  della città e del Turismo

Pietro D’Andrea
Pres.Fiba Balneari Molise

Commenti Facebook