mercoledì, aprile 26, 2017
Home Tags Articoli con i seguenti tag "governo"

governo

346

Lo Sblocca Italia ha reso "strategica" la costruzione di nuovi impianti, togliendo potere alle Regioni e velocizzando i tempi. Per non rischiare di rimettere mano al progetto, il dicastero guidato da Galletti vuole evitare studi più approfonditi. Sostenendo che non serve. Perché non si possono stimare gli effetti della combustione del 30 per cento di spazzatura in più.
di Paolo Fantauzzi www.espresso.repubblica.it

Un progetto che prevede di bruciare 2 milioni di tonnellate di rifiuti aggiuntivi in un anno, ovvero quasi il 30 per cento in più di adesso, "non incide direttamente sulle componenti ambientali". E non è possibile sapere se comporterà "il superamento dei livelli di qualità" dell'aria. Nero su bianco, è la singolare osservazione contenuta nel Rapporto preliminare al Piano nazionale inceneritori che il ministero dell'Ambiente ha presentato nei giorni scorsi, e che prevede di realizzare almeno otto nuovi impianti (destinati a salire ulteriormente, come si vedrà).

Si continua, da parte del Governo, a enfatizzare la questione del licenziamento nel pubblico impiego come una formula magica dimenticandosi che l’ordinamento giuridico italiano prevede tre gradi di giudizio e la presunta innocenza fino alla sentenza definitiva. Dato che le norme ci sono, come sempre è stato sostenuto da questa organizzazione sindacale, si potrebbe chiedere conto a chi non le ha applicate fino ad oggi.

431

Basta scelte di partito. Abbiamo presentato una mozione per chiarire l’incompatibilità dell’assessore agnonese Cacciavillani, ora nominato presidente di Molise Dati. Di più. Presto presenteremo la nostra proposta di legge partecipata per il riordino del sistema delle nomine. A fine 2015 il governo regionale marchiato Pd ha fatto una serie di nomine regolate da un unico metodo: accontentare e distribuire poltrone e incarichi a compagni di partito e amici. Ma già dal giorno del suo insediamento, il presidente delle Regione Molise Paolo di Laura Frattura ha conferito incarichi in piena continuità con il passato. Ultimi, solo per scansione temporale, sono la nomina di Manuel Brasiello, fratello dell’ex sindaco di Isernia, all’Agenzia per la Ricostruzione; la proroga della consulenza d’oro all’avvocato Carmela Lalli da 90.000 euro l’anno, che si occupa di società Partecipate dalla Regione e il rinnovo del Cda di Molise Dati (con Dgr 752/2015 ) in cui spicca la nomina dell’assessore e vicesindaco di Agnone dott. Maurizio Cacciavillani in qualità di presidente.

1372

La condizione economica complessiva, nonostante le continue rassicurazioni che provengono dall'apparato al governo, in Italia come nel resto dei paesi cosiddetti occidentalizzati, non è positiva. Le crepe che ogni giorno si aprono non possono essere più semplicemente fatte passare come piccoli problemi di manutenzione ordinaria. I continui crolli borsistici, provenienti dalla Cina ma estesi a tutto il mondo, non sono solo frutto di speculazione ma qualcosa di più. Il mondo, come da noi detto da anni, si avvia verso un nuovo modello produttivo e sociale. Un modello più efficiente e meritocratico ma anche fonte di profonde tensioni sociali e di rinnovate emergenze nella redistribuzione delle ricchezze. Nulla può fermare questo cambiamento ma tanto invece lo può rallentare o provare ad ostacolarlo. E, secondo una semplice legge della fisica, se aumenti la pressione su una forza che sta per esplodere l'esplosione sarà semplicemente più porte e deflagrante.

Il programma di investimenti da 300 milioni di euro per il patrimonio culturale annunciato oggi dal ministro Dario Franceschini prevede 5 interventi in Molise per un totale di 1.717.000 euro assegnati. Nel dettaglio questi gli interventi previsti in regione: verifica vulnerabilità sismica e acquisizione certificato prevenzione incendi di Palazzo Iapoce a Campobasso per 350.000 euro totali; recupero dei casali rurali fatiscenti edificati nell'area archeologica di Altilia a Sepino nei secoli XVIII e XIX utilizzando materiale di spoglio dei monumenti antichi per 500.000 euro totali;

428
ass petraroia

Dopo sette anni nel 2015 in Molise è tornata a crescere l’occupazione per 1.533 unità, ma serve un impegno corale per recuperare i 10.748 posti di lavoro persi dal 2007 al 2014. Non sarà la propaganda dell’antipolitica o la faziosità delle opposizioni a creare opportunità per i nostri giovani. I timidi segnali di ripresa potranno consolidarsi se prevarrà la responsabilità, il senso del dovere e la concretezza della Buona Politica, se la ricerca di una sintesi costruttiva sostituirà le contrapposizioni pretestuose e se, si affermerà la capacità di dialogo sul merito delle scelte strategiche. In questo contesto il ruolo più delicato è quello dei partiti nazionali ed in particolare del PD che ha l’obbligo etico di adoperarsi per il riscatto del Mezzogiorno e per il rilancio del Molise.

532

I primi decreti attuativi della delega sulla pubblica amministrazione dovrebbero arrivare a breve in Consiglio dei ministri. Presto interventi anche sul sistema giustizia
di Marco Galluzzo da www.corriere.it

Ci sono due cose che bloccano la produttività del Paese, lo dicono infine analisi interne e internazionali: una è il sistema, farraginoso e inefficiente, della pubblica amministrazione; l’altra è il funzionamento poco moderno, per usare un eufemismo, dell’amministrazione giudiziaria. Nel 2016 Matteo Renzi ha intenzione di riformare in modo profondo entrambe le cose. I primi decreti attuativi, 7 o 8, della delega sulla pubblica amministrazione dovrebbero arrivare in Consiglio dei ministri nei prossimi giorni. La riforma della governance dei magistrati, e dunque del Csm, è allo studio del ministero della Giustizia, ma verrà definita, dicono nella maggioranza e a Palazzo Chigi, «in ogni caso, con o senza il consenso delle toghe».

"I crediti in sofferenza ceduti alla bad bank  - dice Paolo Fiorio, responsabile dell'Osservatorio Credito e Risparmio MC - sono stati svalutati al 18% del loro valore nominale quando di regola consentono recuperi all’incirca del 40%. Una contenuta rivalutazione, anche solo di circa il 5% dei crediti in sofferenza ceduti alla bad bank, potrebbe consentire di reperire tutte le risorse necessarie (oltre 400 milioni di euro) per rimborsare adeguatamente tutti gli investitori privati che abbiano acquisito le obbligazioni subordinate. L’attuale sottovalutazione consentirà, invece, ampi margini agli intermediari specializzati nel recupero del credito o nell’acquisto dei crediti deteriorati a danno di tutti gli investitori, della fiducia nel sistema bancario e delle casse pubbliche".

402

Il governo ha presentato un emendamento alla legge di Stabilità per ripristinare il limite delle dodici miglia per le perforazioni petrolifere in Adriatico. In questo modo "Ombrina Mare" e altri impianti di estrazione petrolifera richiesti in Adriatico entro le 12 miglia dalla costa, saltano.