We Love Loto, inaugurazione della nuova stagione teatrale con lo spettacolo “Dolore sotto chiave”

721

Sabato 12 dicembre il LOTO inaugura la nuova stagione teatrale, denominata, quest’anno, WE LOVE LOTO 15/16. Chi ha frequentato o frequenti questo teatro libero del Molise, sa di trovare a Ferrazzano un luogo e un ambiente speciali, votati a creare valore al territorio e dare valore al pubblico. Ogni abbonamento al LOTO, sostiene la sua programmazione indipendente, dà fiducia e garantisce continuità al suo lavoro.  Primo appuntamento della stagione è riservato a due irresistibili atti unici di Eduardo De Filippo, nell’attualissima versione di Francesco Saponaro per Teatri Uniti. Rocco Capasso, lontano da casa per lavoro, al suo rientro dopo quasi un anno, è ancora convinto che sua moglie Elena giaccia moribonda su un letto all’interno di una stanza a cui egli non può accedere, per timore che qualunque emozione la stronchi e in cui, tuttavia, la vita non sembra voler “finalmente” abbandonare del tutto la donna, liberandolo. Avvilito ed esasperato dalla sospensione esistenziale dovuta alla situazione, spinto dall’amore maturato negli ultimi mesi per Anna da cui aspetta un bambino e che rischia di perdere non potendo regolarizzare la loro relazione, l’uomo decide di violare il capezzale di Elena in uno scatto di rabbia, quasi a volerla uccidere. Solo così ha modo di scoprire che in realtà nessuna sposa lo lega a un regime di rinunce dato che la sua, scomparsa un anno prima, non è nient’altro che un’entità figurata, una catena nominale creata e protetta dalla sorella, Lucia, la quale convinta che il dolore della morte lo avrebbe devastato decide di tenerlo all’oscuro di tutto, alimentando in primis per se stessa un modello di perfezione coniugale generato dalla frustrazione della sua solitudine di “zitella”.
“Dolore sotto chiave” va in onda la prima volta nel 1959 come radiodramma, con Eduardo e la sorella Titina nel ruolo dei protagonisti, i fratelli Rocco e Lucia Capasso. Nella pièce, i buoni sentimenti – carità cristiana, compassione o mania borghese della beneficenza – diventano armi improprie per dissimulare, negli affetti, quella segreta predisposizione dell’essere umano al controllo e al dominio sull’altro. Eduardo riesce a intrecciare diversi registri e generi che si inseguono sul filo del cinismo e dell’ironia, e la vicenda si colora di risvolti comici, a tratti paradossali. E’ una pistola a legare il primo e il secondo atto: “In ‘Dolore sotto chiave’ – spiega il regista Francesco Saponaro – viene evocato un oggetto-simbolo, usato come sottile minaccia di suicidio dal povero Rocco Capasso: la rivoltella, che in ‘Pericolosamente’ si materializza e si trasforma in un vero e proprio strumento di tortura coniugale e rimedio alle stravaganze improvvise di una moglie bisbetica”.

Prevendite e abbonamenti:
Campobasso, Libreria MONDADORI, via Pietrunto – tel. 0874 413757
Bojano, Associazione musicale il Pentagramma – cell. 347 3023863
info: 392.3397154 – 333.1852262

Come arrivare a FERRAZZANO – piano mobilità sostenibile:
Servizio Navetta disponibile al raggiungimento minimo di 8/10 persone
Servizio BLA BLA LOTO, per un numero inferiore di richieste
[email protected]

DOLORE SOTTO CHIAVE
Sabato 12 dicembre 2015 – ore 21.00
Domenica 13 dicembre 2015 – ore 18.00
Lunedì 14 dicembre 2015 – ore 21.00

Primo appuntamento della stagione 201572016 in abbonamento
DOLORE SOTTO CHIAVE
di Eduardo De Filippo
regia Francesco Saponaro
con Tony LAUDADIO, Luciano SALTARELLI, Giampiero SCHIANO

Commenti Facebook