Presentazione del volume “Il Filosofo Influencer” di Simonetta Tassinari

187

Simonetta Tassinari ha scritto sceneggiature radiofoniche, libri di saggistica storico-filosofica e romanzi, pubblicando per Giunti, Einaudi scuola e per Corbaccio («La casa di tutte le guerre» e “La sorella di Schopenhauer era una escort”).
Ha vinto il premio «Il Pungitopo» il «Premio di narrativa italiana inedita» , il Premio “Borgo italiano”, il “Premio Lago Gerundo” e collabora con giornali e riviste.


Per Feltrinelli ha pubblicato “Il filosofo che c’è in te” (2019), che ha avuto tre ristampe, un’edizione economica e un’edizione speciale per il quotidiano “Repubblica”. Nel 2020, sempre per Feltrinelli, sono usciti “S.O.S. Filosofia” (rivolto ai ragazzi) e “Il filosofo influencer. Togliersi i paraocchi e pensare con la propria testa”. Per l’editore Gribaudo ha in corso di stampa “Instant filosofia”, un corso divulgativo che presenta personaggi e scuole di pensiero, ma anche aneddoti e curiosità, per capire la filosofia in modo inedito e originale.

SIMONETTA TASSINARI “IL FILOSOFO INFLUENCER”, Feltrinelli, 2020
Il pensiero è la nostra caratteristica più preziosa, quella che ci connota. Eppure, subissati dagli infiniti influencer della nostra vita – social e no, famiglia, amici, partner e le Giurie invisibili che sanno sempre “come si fa” e “quel che va fatto” –, è difficile mantenere il baricentro e pensare realmente in modo autonomo, originale e creativo, dando il meglio di noi. Perciò ci accade di provare un senso di estraniamento e di frustrazione: perché il pensiero inibito inibisce l’azione, il pensiero timido ci rende timidi, il pensiero incompiuto ci rende incompiuti.


“Perdiamo tre quarti di noi stessi per diventare simili agli altri,” scrive Schopenhauer. Ma il rimedio c’è. Immaginiamo di entrare in una delle scuole filosofiche dell’antichità, nelle quali l’obiettivo non era formare i discepoli, bensì trasformarli in persone migliori. Troveremmo subito lo stoico Epitteto, il quale ci direbbe che per diventare l’influencer di noi stessi occorre una “magia” filosofica. Come quella della bacchetta magica di Ermete, che trasformava ogni cosa in oro, ogni svantaggio in un vantaggio. Il primo effetto sarebbe convertire la nostra insoddisfazione nella volontà di rimuovere i “paraocchi”, esterni e interni, che ci impediscono la lucidità e la libertà di pensiero, e poi via via, attraverso l’esercizio, di allenare il pensiero critico. Avvalendoci dell’arma del dubbio, dell’arte di ascoltare e di porre domande, di interrogarci e di scolpirci come “una statua”, direbbe Plotino, giorno dopo giorno ci abitueremo a pensare out of the box e risulteremo, anche per questo, più autorevoli per noi stessi e per gli altri.


“Se vuoi, sei libero.” Se vuoi, sei influencer.
Dall’autrice de Il filosofo che c’è in te, un nuovo entusiasmante viaggio filosofico per esercitare il pensiero critico e diventare i migliori influencer di se stessi.

Dai Commenti dei lettori di Amazon su Il filosofo che c’è in te:

“Da leggere e rileggere nel tempo, da tenere sul comodino come un prezioso alleato.”

“Aiuta davvero le persone a vedere le cose da una prospettiva diversa. Si legge tutto d’un fiato.”

“Bellissimo libro, non perdetelo!”

“Fa avvicinare alla materia anche i più scettici.”

La presentazione sarà online, oggi, venerdì 11 dicembre 2020 alle 17.30 sulla Pagina Facebook dedicata al libro “Il Fiosofo Influencer”. Dialogherà con l’autrice Bibiana CHIERCHIA.
GRAZIE ALLA DIRETTA FB ,SARà POSSIBILE INTERAGIRE CON L’AUTRICE

Commenti Facebook