A lezione da Emanuele Trevi: al via le iscrizioni al laboratorio di scrittura di Ti racconto un libro

713

L’Italia, si sa, ha più scrittori che lettori. Ciascuno di noi ha una storia da raccontare e condividere, ma non tutti sanno trovare il mezzo più appropriato per farlo. Per alcuni basterebbe un piccolo aiuto per canalizzare al meglio la propria capacità espressiva.  A dare una mano a chi ha talento sarà il Laboratorio di scrittura di Ti racconto un libro – il laboratorio permanente sulla lettura e sulla narrazione promosso e realizzato dall’Unione Lettori Italiani con la direzione artistica e organizzativa di Brunella Santoli, e sostenuto dalla Fondazione Molise Cultura e dalla Regione Molise – Assessorato all’Istruzione e con il patrocinio della Provincia di Campobasso e del Comune di Campobasso. La conduzione di quest’anno è affidata ad Emanuele Trevi, tra i più importanti narratori italiani e secondo classificato al premio Strega del 2012 con il suo straordinario romanzo Qualcosa di scritto, con cui è stato ospite proprio a Ti racconto un libro qualche anno fa.
La prospettiva del laboratorio di quest’anno non è quella della produzione, ma dell’esperimento su se stessi, fondato sulla premessa dell’irripetibilità e dell’unicità di ogni singolo individuo nel suo continuo lavoro di conoscenza ed espressione del mondo. Scrivere non significa dar forma a qualcosa che «funziona» in ossequio a parametri che provengono dall’esterno. Semmai, è un’articolazione fondamentale di quella che Michel Foucault definiva la «cura di sé»: un’indagine sui limiti e le possibilità del soggetto che la pratica della scrittura rende più efficace del semplice pensiero astratto. Il frutto di questo lavoro non è necessariamente un libro da centomila copie, ma il riconoscimento di una modalità di conoscenza del mondo che appartiene solo a chi lo sperimenta, e non si può scambiare con nient’altro per le stesse ragioni per le quali ognuno può vivere solo la sua vita. Anche questa forma di insegnamento è una specie di work in progress, che si arricchisce di nuove esigenze e prospettive ad ogni occasione reale.

Non è necessaria nessuna preparazione particolare per partecipare. Il laboratorio ha la durata complessiva di sei ore circa suddivise in tre giorni. Il laboratorio si terrà nei giorni 13, 14 e 15 aprile, dalle ore 15.30 alle ore 17.30 nella sala Mancini del palazzo del Comune di Campobasso.  Per iscriversi al laboratorio, che prevede 25 partecipanti, è necessario compilare la scheda di iscrizione disponibile sul sito dell’Unione lettori italiani (www.unionelettoritaliani.it) che andrà inviata all’indirizzo e-mail [email protected]

Emanuele Trevi (Roma, 1964) è scrittore e critico letterario. Ha esordito come autore di narrativa con I cani del nulla (Einaudi, 2003) e ha pubblicato per la collana Contromano di Laterza Senza verso (2005) e L’onda del porto (2005). Dopo Il libro della gioia perpetua(Rizzoli, 2010), è arrivato secondo al Premio Strega 2012 con Qualcosa di scritto. È autore di numerose curatele e saggi, fra cui Istruzioni per l’uso del lupo (Castelvecchi, 1994). Ha inoltre pubblicato i libri-intervista Invasioni controllate (con Mario Trevi, Castelvecchi, 2007) e Letteratura e libertà (con Raffaele La Capria, Fandango, 2009). I suoi libri più recenti sono Il viaggio iniziatico (Laterza 2013); e in collaborazione con Sonia Bergamasco, Karenina. Prove aperte di infelicità (Editori Internazionali Riuniti 2014).  Collabora con il Corriere della Sera e il manifesto. È conduttore di numerosi programmi radiofonici per Rai Radio 3.

Commenti Facebook