Vino e territorio/ La nuova iniziativa del gruppo Terminus

1240

Parte, con l’anno appena avviato, una nuova iniziativa del gruppo Terminus: nasce la sezione dedicata al mondo del vino, ai suoi legami con il territorio e più in generale alla divulgazione e alla conoscenza della cultura materiale, cultura in cui il vino ha un posto di assoluta preminenza.

Lo spazio si chiamerà “Vino e territorio” e si declinerà in una serie di iniziative e servizi che la nostra azienda proporrà a tutti coloro che la seguono e che in questi anni ne hanno decretato il successo. Lo spazio sarà personalmente curato dal sottoscritto fondatore del gruppo Terminus, Pietro Colagiovanni ed anche sommellier Ais.

Il mondo del vino è, in primis, una realtà economica di grandissimo rilievo. L’Italia è il primo produttore mondiale, con quasi 47 milioni di ettolitri nel 2019. Le cifre che girano intorno al vino sono poi impressionanti. Solo per la produzione parliamo di 310.000 aziende agricole impegnate nei processi di vinificazione mentre a livello industriale il comparto occupa 13.000 persone. Il giro di affari supera i 10 miliardi, di cui quasi 6 destinati all’export. Il vino è uno dei settori trainanti del made in Italy e ci regala visibilità e prestigio. E questi sono i numeri diretti. A tutto questo va aggiunto l’indotto, in particolare quello generato dal turismo. Sempre di più il vino attira visitatori anche da paesi stranieri e il recente decreto del ministero delle Politiche Agricole che disciplina la figura dell’attività enoturistica ne è un esempio rimarchevole. V

a poi considerato come l’Italia abbia un patrimonio enologico enorme, tra i più importanti al mondo. In Italia si vinifica in tutte e 20 le sue regioni e la ricchezza ampelografica è sterminata. I vitigni autoctoni sono centinaia e a decine se ne aggiungono ogni anno. Anche la Regione dove vivo, il Molise, una delle più piccole d’Italia, ha un suo vitigno autoctono, la Tintilia che con fatica si sta imponendo come emblema di questo minuscolo territorio. A fronte di questo sterminato potenziale c’è poi la realtà quotidiana, piuttosto deprimente.

La cultura del vino è una cultura confinata ad una elite, nonostante il consumo di vino sia una esperienza frequente per milioni di italiane e italiani. Perfino gli operatori professionali, come i ristoratori, non hanno spesso le conoscenze di base del mondo del vino. Molte carte dei vini, quando ci sono, sono per lo più il frutto dei consigli, più o meno interessati, del rappresentante di turno (solitamente anch’esso poco ferrato sull’argomento) e sovente sono sconclusionate, prive di logiche e in alcuni casi piene di prodotti di scarsa qualità. Il caso più clamoroso riguarda la banchettistica. Il vino servito a matrimoni, comunioni e battesimi, a fronte di una spesa da chef stellati per pasto, è sovente di qualità inaccettabile. Ecco perchè nasce Vino e Territorio. Il Gruppo Terminus opera nel mondo della conoscenza. La conoscenza migliora la vita di tutti, serve per avere un lavoro soddisfacente ma anche per vivere meglio nella società e incrementare la propria qualità della vita.

E quindi anche conoscere il vino ed il cibo serve per bere meglio, anche se meno, per accrescere la propria cultura, per conoscere luoghi e persone, per migliorare in definitiva la propria esperienza quotidiana. Per questo abbiamo avviato questa iniziativa che si articolerà in diverse azioni. Innanzitutto con frequenza settimanale pubblicheremo sui nostri siti, informamolise e negozioterminus articoli sul mondo del vino e degustazioni di singoli prodotti. Poi ci sarà la consulenza gratuita per i nostri lettori. Basterà mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook Terminus Vino e territorio per poter interagire con noi ed avere consigli in materia di vino e prodotti alcolici in genere.

Si potrà richiedere un abbinamento con piatti e pietanze, si potranno esaudire proprie curiosità in materia, si potrà interagire con noi nella maniera più libera, anche solo per scegliere una bottiglia adatta per un regalo. Poi ci sarà la consulenza per operatori professionali. Siamo a disposizione per analizzare, consigliare e accompagnare attività turistiche e pubblici esercizi in un percorso in cui il vino diventa un punto qualificante e non casuale nella offerta dei propri servizi al cliente.

Sarà inoltre possibile anche organizzare, unitamente al nostro staff, eventi, manifestazioni e degustazioni nelle proprie attività. In ambo i casi basterà contattarci ai nostri recapiti per fissare un appuntamento ed un incontro, anche questo assolutamente gratuito. Infine avvieremo corsi di divulgazione della cultura del vino, corsi base rivolti a tutti, cultori, curiosi o operatori professionali . I corsi si svolgeranno nelle nostre sedi di Campobasso e Termoli ma anche nella formula completamente online e forniranno la cultura di base, l’abc del mondo del vino.

Una bussola per potersi orientare meglio in questo mondo affascinante e raffinato. Intanto sperando che questa iniziativa sia di vostro gradimento non mi resta che brindare idealmente con voi per il migliore inizio di questa avventura: cin cin!

Pietro Colagiovanni

Seguite Terminus Vino e territorio su

www.informamolise.com

www.negozioterminus.it

Facebook pagina Terminus Vino e territorio

Twitter @gruppoterminus

Contattateci ai seguenti recapiti:

mail [email protected]

segreteria Terminus Vino e territorio 0874418684 dal lunedì al venerdì 9-13 15,30-18,30

Commenti Facebook