Unimol: workshop innovazione per la produzione di seme di aglio molisano

624

Il progetto, sviluppato nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Molise 2007-13, ha coinvolto, in un partenariato, il Dipartimento di Agricoltura, Ambiente e Alimenti dell’Università degli Studi del Molise e l’azienda agraria molisana AIS-BIO SEED. In un periodo complicato sotto diversi punti di vista, come quello attuale, ogni sforzo veicolato sull’attività di ricerca risulta determinante, ancor più per il settore agroalimentare e, nello specifico, per quello dell’orticoltura. L’orticoltura, comparto di rilievo nel settore agrario del nostro Paese, è stata protagonista di significative innovazioni scientifiche e tecnologiche che hanno consentito il raggiungimento di eccellenti risultati, anche in termini di sostenibilità. Ciononostante, le esigenze di un mercato agroalimentare globale e la necessità della conservazione delle biodiversità/tipicità italiane, richiedono un’intensa innovazione nelle filiere delle colture agrarie dal “seme al cibo”. I Regolamenti dell’Unione Europea, dalla produzione delle sementi fino al “Food Safety and Quality”, sono sempre più stringenti. È in tale contesto che la ricerca avrà un ruolo determinante nell’individuare percorsi in innovazione di processo da trasferire alle realtà agroalimentari. È noto però che i prodotti della ricerca, anche quelli eccellenti, non sempre trovano piena traduzione e applicazione nelle attività agroalimentari. La fase del trasferimento scientifico e tecnologico, infatti, costituisce un punto nodale e critico. È in tale ambito che i Programmi di Sviluppo Rurale Regionali assolvono alla funzione di cerniera di collegamento tra centri scientifici di ricerca e aziende agroalimentari. Nell’ambito del PSR Molise 2007-13, il presente progetto, con la responsabilità scientifica dei Prof. Filippo De Curtis (Patologia vegetale) e Antonio De Cristofaro (Entomologia vegetale), ha coinvolto il Dipartimento di Agricoltura, Ambiente e Alimenti dell’Università degli Studi del Molise e l’azienda agraria molisana AIS-BIO SEED di Pasquale Molinara e C. (San Martino in Pensilis), impegnate nel risanamento fitosanitario di ecotipi di aglio molisano e per la certificazione del materiale di propagazione. L’Italia importa il 50-80% dell’aglio consumato e la produzione di “seme” regolarmente certificato nel nostro Paese, è solo l’1,17% di quella necessaria alla coltivazione; ciò costringe i coltivatori e produttori di aglio a rivolgersi all’estero, sostenendo significativi costi. In Molise la coltura dell’aglio riveste un’elevata importanza e la coltivazione di  questa specie ha raggiunto un elevato livello di professionalità e di tecnologia. Allo stato attuale, però, come accade a livello nazionale, il materiale di propagazione certificato, viene acquistato all’estero o, come accade in alcune aziende viene utilizzato parte dell’aglio prodotto nell’anno senza una selezione fitosanitaria adeguata. Questa pratica, però, comporta significativi problemi sia economici sia di carattere fitopatologico con una conseguente riduzione qualitativa e quantitativa del prodotto nel tempo. La produzione di materiale di propagazione risanato e certificato, risulta la principale preoccupazione dei produttori di aglio sia a livello nazionale sia in Molise. I principali obbiettivi raggiunti nel progetto, “Aglio InPRoSA”, vanno dalla messa a punto dei protocolli biotecnologici di laboratorio, fino alla coltivazione in campo di materiale di propagazione esente da patogeni come virus, funghi e nematodi; questi risultati hanno consentito il disegno del “Disciplinare per la Produzione di “Seme” di Aglio Risanato” da sottoporre alla regolare certificazione fitosanitaria e successiva iscrizione al Registro Nazionale Varietà del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. I risultati del progetto saranno discussi domani 3 dicembre presso il Dipartimento di Agricoltura, Ambiente e Alimenti dell’Università del Molise anche alla presenza di docenti di altre università, come Bari e Bologna, nonché del Servizio Fitosanitario della Regione Molise.
WORKSHOP INNOVAZIONE PER LA PRODUZIONE DI “SEME” DI ECOTIPI DI AGLIO MOLISANO: DAL RISANAMENTO FITOSANITARIO AL COLLAUDO DI PROCESSO E TRASFERIMENTO ALLE AZIENDE AGRICOLE 3 DICEMBRE 2014 – AULA LOUIS PASTEUR DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, AMBIENTE E ALIMENTI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL MOLISE 08.30 -13.00

Commenti Facebook