Tragedia di Marcinelle, la nota del Presidente Niro

762

Il disastro di Marcinelle, simbolo del sacrificio e del lavoro italiano nel mondo, nel quale furono coinvolte anche famiglie molisane, resta il più grande lutto minerario avvenuto in Europa.L’immane tragedia in cui persero la vita centotrentasei nostri connazionali è entrata a far parte prepotentemente della nostra storia, della storia di una nazione che, soprattutto in un momento in cui il numero degli emigrati è tornato drammaticamente a crescere, deve ricordare la solidarietà, il rispetto e l’attenzione che si devono a chi lascia tutto per cercare di costruirsi un futuro migliore.Stimolare la memoria di quanto accaduto contribuisce a far sì che i tanti sacrifici compiuti dalle generazioni passate, che hanno vissuto il periodo difficile delle migrazioni alla ricerca di un lavoro stabile e di condizioni di vita soddisfacenti, non vadano smarriti.

Oggi, infatti, a distanza di cinquantotto anni, tale tematica è più che mai attuale e particolarmente appropriato diventa trarne uno spunto di riflessione affinché si approfondiscano e perfezionino gli aspetti della piena integrazione degli immigrati e della sicurezza nei luoghi di lavoro, entrambi diritti civili basilari a cui le Istituzioni devono tendere con impegno e responsabilità al fine di scongiurare nuove sciagure.

Commenti Facebook