Servizio riscossione tributi, silenzio assordante della regione, ancora attese per i lavoratori senza coperture e ammortizzatori sociali?

462

“Con l’aggiudicazione del servizio di riscossione tributi, assegnato mediante una procedura pubblica a garanzia della massima trasparenza, portiamo a termine il processo che ci ha visti coinvolti con i lavoratori di Esattorie spa. Un risultato concreto, costruito nel rispetto delle regole, che dà ragione alla serietà con la quale affrontiamo ogni questione”. Queste le dichiarazioni rilasciate dal Governatore regionale lo scorso 10 giugno 2015, all’indomani dell’aggiudicazione definitiva del servizio di supporto alla gestione e riscossione delle entrate tributarie ed extratributarie in favore del RTI I.C.A. – Creset; parole che sembravano delineare, finalmente, la chiusura di una delle vertenze più annose in capo al Governo regionale.
Invece, per ora, nessuna soluzione per i 68 lavoratori di Esattorie e i 12 di Pianeta Service, che dopo aver atteso per mesi la conclusione del bando di gara, rallentato da sostituzioni dei componenti della Commissione designata, da rinvii nell’apertura delle offerte, dalla convocazione di quattro sedute pubbliche, ora sono in attesa di avere notizie certe e rassicuranti sulla stipula del contratto, essendo tra l’altro trascorso il termine tecnico dei trentacinque giorni decorrenti dalla data di invio dell’avviso di avvenuta aggiudicazione definitiva, del 26 giugno 2015, da parte di ALI ComuniMolisani.
Da allora dall’amministrazione regionale è calato il silenzio, tenendo presente che è competenza della Regione Molise, attraverso il Servizio Risorse Finanziarie, Bilancio e Ragioneria Generale, portare avanti il procedimento amministrativo per la fase conclusiva delle operazioni di gara successive all’avvenuta aggiudicazione definitiva. Per queste ragioni con questa interrogazione vogliamo chiarimenti circa il ritardo e la lunga attesa a cui sono costretti i lavoratori, che oramai dal mese di aprile si ritrovano senza ammortizzatori sociali e senza certezze per il loro futuro.Perché ancora non si è proceduto alla stipula della convenzione di esecuzione del contratto?

L’art. 25 del Capitolato di gara stabilisce che “si prescrive alla ditta aggiudicataria della presente procedura […] di assorbire ed utilizzare, prioritariamente, il personale già dipendente del concessionario Esattorie SpA”, parliamo di 68 lavoratori già inquadrati contrattualmente, con mansioni specifiche, che da più di due anni attendono solamente di tornare a lavorare; quando sarà possibile? Altresì sono state individuate delle soluzione per tutelare anche i 12 lavoratori di Pianeta Service, società che nel corso degli anni ha operato, in regime di committenza, con Esattorie S.p.A.?

Quando verrà messa la parola fine a tutta questa situazione, anche nell’interesse di tutti quei Comuni, con costanti difficoltà di cassa, che sono stati fortemente penalizzati dai problemi del servizio di riscossione dei tributi?

ANGELA FUSCO PERRELLA
GIUSEPPE SABUSCO

Commenti Facebook