Sanità, Frattura: 007 distratti nella lettura degli atti pubblici e aperti dell’Asrem

400

fratturagovernato1“Scovare carte e denunciare misfatti è mestiere nobile e utile alla collettività. Peccato che in Molise qualche improvvisato 007 non si sia reso conto che la riorganizzazione del servizio sanitario regionale procede nel segno della massima trasparenza e della più dibattuta condivisione. Nessuno degli operatori della riorganizzazione è andato in villeggiatura al contrario dell’arrembante 007 che in un infuocato scritto di denuncia, corredato di documenti ufficiali per nulla analizzati dallo stesso, profetizza “effetti devastanti sul territorio”, messi in atto all’insaputa di operatori e cittadini.

Il nostro ha evitato di leggere qualche passaggio in premessa al provvedimento dell’Asrem. Per esempio, che “per la riorganizzazione delle due macroaree (ospedale–territorio) il documento verrà inviato alle organizzazioni sindacali, alla conferenza dei sindaci, alla struttura commissariale regionale”. E ancora che “l’Asrem, in considerazione dei cambiamenti e dei risultati raggiunti nell’ultimo triennio, tenuto conto delle indicazioni dell’attuale struttura commissariale e contenute nel piano operativo in corso di validazione, adotta il presente documento di articolazione funzionale che va inteso – sottolineiamo –, come uno strumento di lavoro aperto e dinamico, quindi soggetto a revisione e aggiustamenti in relazione al confronto, sempre aperto, fra l’Azienda, la Regione, gli organi di rappresentanza territoriale, le parti sociali e le strutture accreditate”.
Tanto basta a certificare un modus operandi, il nostro, che sempre e per ogni aspetto tiene in altissima considerazione il contributo di tutti i soggetti interessati, a cominciare dai cittadini. Probabilmente concentrato a sognare il suo momento di gloria, allo 007 dell’ultimora non è mai arrivata eco degli incontri che puntualmente teniamo con i comitati civici degli ospedali molisani. Dei confronti anche appassionati che portiamo avanti per mettere in piedi quella sanità che pensiamo meritino tutti i Molisani, ai quali riserviamo sempre e solo il più assoluto rispetto.
Domani, nemmeno a farlo apposta, in mattinata è fissato un incontro con il Comitato del Santissimo Rosario di Venafro, mentre nel pomeriggio ci sarà quello con il Comitato Pro Vietri, per buona pace di chi trova scottanti carte e atti pubblici a disposizione di tutti”.
Lo dichiara il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, in merito alle ultime polemiche sorte attorno al provvedimento dell’Asrem sulla riorganizzazione ospedaliera.

Commenti

commenti